HomePoliticaNasce ad Aprilia il CENTRO per lo STUDIO dell’AFRICA SAHELIANA (CISAS)
spot_img

Nasce ad Aprilia il CENTRO per lo STUDIO dell’AFRICA SAHELIANA (CISAS)

Articolo Pubblicato il :

Lo scorso 24 Dicembre si è costituito in Aprilia il CISAS (Centro Italiano per lo Studio dell’Africa Saheliana). Il Centro è un soggetto giuridico senza finalità di lucro che si propone di coltivare e diffondere in Italia lo studio dell’AfricaSaheliana al fine di promuovere l’interazione di studiosi, cultori o semplici interessati, costituendosi come luogo di incontro e scambio a livello nazionale e internazionale tra quanti si dedicano a studi e ricerche disciplinari ed interdisciplinari sulla suddetta regione, ma anche far conoscere al pubblico italiano la stessa, con la sua storia, le sue dinamiche odierne, il suo contesto geopolitico, economico e sociale, le sue popolazioni, la sua cultura. Il CISAS si propone di organizzare periodicamente convegni a carattere scientifico-culturale e incontri su temi specifici e intende promuovere le discipline africanistiche in Italia a tutti i livelli, nonché la realizzazione di scambi culturali e progetti di aiuto allo sviluppo nell’area di nostro interesse.Il focus dell’Associazione è incentrato principalmente sui Paesi membri del G5 Sahel, quindi Niger, Ciad, Mali, Burkina Faso e Mauritania ma senza trascurare anche tutte quelle Nazioninon propriamente (o non del tutto) facenti parte del Sahel propriamente detto ma comunque ad esso collegate per afferenze storiche, etniche, linguistiche, economiche, geopolitiche, culturali, e che con esso formano un sistema complesso e integrato di interrelazioni, ossia: Senegal, Gambia, Guinea Conakry, Guinea Bissau, Liberia, Sierra Leone, Costa d’Avorio, Ghana, Benin, Nigeria, Camerun, Repubblica Centrafricana. Consapevoli del ruolo sempre maggiore che l’Italia ha ed avrà in quella zona del mondo, della sua importanza strategica come frontiera meridionale d’Europa e parte integrante del Grande Mediterraneo Allargato ai fini della nostra sicurezza e stabilità interna, nonché delle immense opportunità in termini economici e di scambi che essa rappresenta per il nostro Paese, ci proponiamo di gettare uno sguardo nuovo su quest’importantissima realtà troppo a lungoignorata e trascurata. Nel solco di quanto stanno facendo gli ultimi Governi italiani che ne hanno finalmente capito il ruolo chiave per i nostri interessi nazionali inaugurandovi una stagione di protagonismo anche con l’apertura di nuove sedi diplomatiche a Niamey (Niger), Ouagadougou (Burkina Faso) e Bamako (Mali), ci proponiamo di operare per gettare un ponte fra noi e i Paesi che formano questa regione affascinante e dalle infinite potenzialità. E’ già attiva la pagina face-book del CISAS. Chiunque voglia presentare domanda di adesione può farlo scrivendo all’indirizzo e-mail centro.studi.cisa@sgmail.com .

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE