Omicidio del boss Gaetano Marino, avvenuto nel 2012 a Terracina: catturati i presunti responsabili.

Cronaca  

Pubblicato 14-11-2017 ore 09:51  Aggiornato: 15-11-2017 ore 16:22

Gaetano Marino

Svolta nelle indagini per l’omicidio del boss Gaetano Marino, avvenuto sul lido di Terracina il 23 agosto 2012. La Polizia ha arrestato i 4 presunti responsabili del delitto di camorra consumatosi nell’estate di 5 anni fa tra la folla del lungomare Circe, davanti allo stabilimento “Il Sirenella”.

Gli agenti della  Squadra Mobile di Roma e Latina, con la collaborazione dei colleghi del Commissariato di Terracina questa mattina all’alba hanno eseguito 4 ordinanze di custodia cautelare in carcere nei confronti di altrettante persone ritenute responsabili dell’omicidio del 48enne di origine campana, considerato boss degli “scissionisti” di Scampia, e che all’epoca si trovava in vacanza con la famiglia a Terracina.

La complessa indagine, coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Roma, ha portato all’arresto di Arcangelo Abbinante di 27 anni, considerato l’esecutore materiale del delitto, del 41enne Giuseppe Montanara, componente del commando, e di altre due persone che avrebbe fornito appoggio logistico per pianificare l’omicidio: si tratta del 50enne Carmine Rovai e del 55enne Salvatore Ciotola.

Gaetano Marino venne freddato in pieno giorno con 11 colpi di arma da fuoco; dietro al delitto, secondo gli investigatori, uno scontro all’interno dell’ala dei cosiddetti “Scissionisti” di Secondigliano per la gestione di una zona del quartiere Scampia di Napoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 1237  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login