Omicidio di Willy Monteiro Duarte: al vaglio la posizione di altre 3 persone. Verifiche sul Suv dei fratelli Bianchi.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 15-09-2020 ore 09:33  Aggiornato: 22-09-2020 ore 09:31

Willy Monteiro Duarte

Omicidio del 21enne Willy Monteiro Duarte: accelera l’indagine la Procura di Velletri. Gli inquirenti continuano ad ascoltare testimoni, molti dei quali si sono presentati spontaneamente, per individuare le altre persone coinvolte nella rissa poi sfociata nel tragico pestaggio. Gli investigatori puntano a circoscrivere le posizioni e al momento il lavoro si starebbe concentrando su almeno altre 3 tre persone che avrebbero avuto un ruolo “attivo”.

Verranno effettuate anche delle verifiche sul suv su cui erano a bordo i fratelli Gabriele e Marco Bianchi. L’attività istruttoria, – disposta dai pm di Velletri e che procedono per il reato di omicidio volontario – punta a verificare se all’interno della vettura siano presenti tracce ematiche riconducibili alla vittima ma anche tracce biologiche legate al fatto che i Bianchi, parlando con il gip, hanno affermato che si trovavano nella “zona del cimitero” per consumare un rapporto sessuale con delle ragazze di cui però non hanno fornito il nome.

Intanto, i fratelli Bianchi ed anche Mario Pincarelli hanno chiesto, tramite i propri legali, di essere posti nel reparto protetto del carcere di Roma Rebibbia per motivi di sicurezza. Lo ha reso noto il garante dei Detenuti del Lazio, Stefano Anastasia. 

I tre si trovano, come tutti i neodetenuti, in regime di isolamento in base alle normative anticovid. Hanno chiesto però che al termine dei giorni di quarantena possano avere un regime di protezione all’interno del penitenziario romano. Nei giorni scorsi erano arrivate minacce di morte, anche via social o attraverso telefonate minatorie, sia ai parenti degli arrestati che ai difensori. 

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login