POMEZIA – In progetto la settima farmacia comunale alla stazione di Santa Palomba.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 09-02-2018 ore 13:27  Aggiornato: 16-02-2018 ore 13:26

Le Farmacie comunali a Pomezia diventano “sociali”. In progetto la settima farmacia comunale alla stazione di Santa Palomba. “Continua l’attività di ristrutturazione delle farmacie comunali, sia per quanto riguarda i locali – spiega il Comune – sia per quello che concerne i servizi alla cittadinanza. Il passaggio da Pomezia Servizi Spa a Farmacie Comunali Spa di giugno 2017 ha segnato l’avvio di un processo di risanamento economico che ha portato ad un miglioramento nella gestione delle sei farmacie comunali e al progetto – ha annunciato il sindaco Fucci – di aprine una settima alla stazione ferroviaria di Santa Palomba”.

“Sono in corso le valutazioni per l’apertura di una settima farmacia comunale presso i locali di RFI alla stazione di Santa Palomba – dichiara il Sindaco Fabio Fucci – Le farmacie comunali, che in termini di competitività sul mercato non possono competere con quelle private, stanno lavorando per trasformarsi in presidi sanitari e sociali a servizio della comunità, in particolare in quelle zone dove sono più necessari come Santa Procula, Campo Ascolano, Colli di Enea e appunto Santa Palomba – Roma Due. L’obiettivo è diventare un punto di riferimento per la cittadinanza, in particolare per quei soggetti più colpiti dal disagio, dalla solitudine, dall’isolamento”.

Tra i progetti in cantiere la consegna dei farmaci a domicilio per le persone impossibilitate a muoversi, una campagna di sensibilizzazione sul territorio in favore della contraccezione, attività di fidelizzazione dell’utenza tramite servizi e buoni sconto legati alla scuola.

“Un piano ambizioso – conclude il primo Cittadino – che mira a tracciare un percorso di successo per un’azienda che abbiamo ereditato sull’orlo del fallimento che è oggi una società che ha riacquisito credibilità con i fornitori e un’equilibrata politica di acquisti e servizi all’utenza”.

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 489  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login