HomeArchivio Spettacolo e CulturaPONTINIA - Un nuovo appuntamento per dire Stop al Femminicidio
spot_img

PONTINIA – Un nuovo appuntamento per dire Stop al Femminicidio

Articolo Pubblicato il :

Continua l’impegno dell’Amministrazione Comunale di Pontinia contro il femminicidio. Venerdì 7 aprile alle 19.00, presso il Map di Piazzale Kennedy, si terrà un reading letterario, una commistione di musica, danza e narrativa. Protagonista dell’incontro sarà Anna Maria Scampone, insegnante di Priverno ed autrice del libro “Di Donne e di Coltelli”. L’ingresso è libero.

Dopo gli incontri nelle scuole, i convegni sul tema, gli spettacoli teatrali, l’iniziativa di sensibilizzazione sulle vetrine delle attività commerciali, la formula scelta per continuare a lanciare il messaggio di stop alla femminicidio e alla violenza sulle donne in genere, viene rappresentata da un reading fortemente voluto dal consigliere comunale delegato alla Pubblica Istruzione avvocato Maria Rita D’Alessio.

Nell’appuntamento del 7 Aprile, presso il MAP di Piazzale Kennedi, a partire dalle 19 ci sarà una commistione di musica, danza e narrativa. Protagonista dell’incontro sarà Anna Maria Scampone, insegnante di Priverno, autrice del libro “Di Donne e di Coltelli”.

Paola e Ezio daranno voce e musica ad alcuni passi del libro mentre le ballerine del Modulo Centro Studio Danza accompagneranno il tutto con una performance danzante.

L’ingresso è ovviamente aperto a tutti per far si che il messaggio di sensibilizzazione si diffonda ancora una volta forte e incontrovertibile.

E’ la stessa Maria Rita D’Alessio a spiegare: “Quello di venerdì è un appuntamento che punta sulla commistione di diverse arti per far si che il messaggio contro il femminicidio e contro la violenza sulle donne, arrivi forte e tocchi gli animi. E’ una tematica che come amministrazione abbiamo a cuore, assai delicata e che richiede una comunicazione mirata e continuata. Il messaggio che lanciamo è quello rivolto alle donne che subiscono violenza, affinché siano in grado di riconoscerla e il coraggio di denunciarla prima che si arrivi alla tragedia”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE