Quinta vittoria consecutiva per l’Anzio, la terza tra le mura amiche

Sport  

Pubblicato 24-05-2021 ore 13:14  Aggiornato: 24-05-2021 ore 12:22

Calcio – Quinta vittoria consecutiva per l’Anzio, la terza tra le mura amiche. Nella nona giornata del girone B di Eccellenza è l’Astrea a subire la rimonta della formazione neroniana a segno con D’Amato, Bencivenga e Martinelli. I ministeriali cadono di nuovo al Bruschini dopo 14 anni: l’ultima volta, il 22 aprile del 2007, furono Antonelli e Fioravanti a ribaltare l’immediato vantaggio romano firmato da Narcisi

LA PARTITA – Guida deve fare a meno di Busti e La Monaca in difesa, Lommi sulla fascia e, oltre ai lungodegenti Bernardi e Scibilia perde anche Giordani. In avanti il solo Giusto, con De Gennaro a sostegno e Bencivenga e D’Amato sulle corsie. L’Anzio parte bene e già al 5’ De Gennaro non arriva per pochi centimetri sul cross invitante di Zaccaria ma al primo affondo l’Astrea passa. Di Curzio riceve palla sulla destra e, dal lato corto dell’area, mette al centro un traversone che taglia l’area e viene raccolto da Delle Monache, che col destro batte Rizzaro. La reazione dei padroni di casa è veemente, D’Amato impegna subito Strappetti su punizione, Giusto, al quarto d’ora, chiama al tiro Bencivenga ma la mira è imprecisa. Il pari arriva al 21’e porta la firma di D’Amato, bravo a farsi trovare libero sul secondo palo sul cross di Giusto servito al limite dell’area da Mauro. La seconda metà di frazione riserva poche emozioni, ad eccezione di un paio tiri, uno di Marino e uno di Bonavolontà, entrambi fuori dallo specchio. Ritmi apprezzabili anche nella ripresa, aperta dal tiro di De Gennaro facilmente neutralizzato da Strappetti. Al 58’ l’episodio che cambia il volto della gara: azione manovrata sulla sinistra dell’Anzio, palla per Bencivenga che quasi dalla linea di fondo salta secco Piccione rientrando verso il centro dell’area e batte il portiere con un imprendibile destro sul palo opposto. La reazione dei capitolini non c’è e la squadra di Guida cala il tris al 71’. Marino apre a destra per D’Amato, trattenuto vistosamente da De Simoni all’ingresso in area. Dal dischetto Martinelli si dimostra cecchino infallibile e infila l’angolino vanificando il tuffo di Strappetti. Negli ultimi venti minuti l’Anzio amministra senza particolari patemi e i due portieri non corrono più rischi. L’ultima emozione la regala l’ingresso in campo dell’ennesimo giovane al debutto stagionale, il 2004 Croitoru, che al primo pallone utile si fa trovare al posto giusto ma manca l’impatto con la sfera. L’Anzio resta al terzo posto ma riduce ad una sola lunghezza il distacco dall’Unipomezia, nuova capolista del girone con 3 punti in più rispetto a Rizzaro e compagni ma una gara in più disputata.

ANZIO-ASTREA 3-1

MARCATORI: 8’pt Delle Monache (AS), 21’pt D’Amato (AN), 13’st Bencivenga (AN), 26’st rig. Martinelli (AN)

ANZIO: Rizzaro, Garbini, Zaccaria, Marino, Poltronetti, Martinelli, Bencivenga (47’st Croitoru), Mauro (47’st Falessi), Giusto (37’st De Falco), De Gennaro, D’Amato. A disp. Trombetta, Samà, Mauti, Mirabella, Florio, Capitini. All. Guida

ASTREA: Strappetti, Arena, Piccione, Bonavolontà, Cruciani, Aglietti (1’st Mollo), Amico, Tomassi (31’st Istrate), Di Curzio (14’st La Rosa), Romani (14’st Rizzo), Delle Monache (22’st Simoni). A disp. De Santis, Cioffi, Vagnarelli, Paolini. All. Ferretti

 

ARBITRO: Bassoli di Monza

ASSISTENTI: Guglielmi di Albano Laziale – Caon di Ciampino

 

NOTE –Ammoniti: Aglietti, Marino, Istrate. Angoli: 8-2. Recupero: 1’pt, 4’st

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login