Riapertura discarica di Albano, pronto ricorso al Tar. Il sindaco: “Siamo contrari”

Archivio Politica  

Pubblicato 20-07-2021 ore 17:12  Aggiornato: 27-07-2021 ore 17:10

Oggi nella seduta della Giunta Comunale di Albano è stato deliberato l’incarico ad uno studio legale, che affiancherà l’avvocatura comunale per il ricorso al Tar contro le ordinanze per il riavvio della discarica di Roncigliano.

“Restiamo convinti delle nostre ragioni, che poi sono quelle della comunità che amministriamo. – Spiega il sindaco Massimiliano Borelli – Il dialogo con i Sindaci del territorio è costante e stiamo condividendo le scelte da intraprendere. L’ordinanza della Raggi manca di molti requisiti fondamentali, dall’eccesso di potere alla mancanza delle più elementari regole di sicurezza sanitaria e ambientale, dettate dall’ARPA e dalla ASL. L’ordinanza successiva della Regione Lazio, che è conseguente a quella del sindaco di Roma, seppur riduce notevolmente le quantità dei conferimenti ( da 1100 tonnellate al giorno a 80 tonnellate) e solo sino al 2 agosto, crea comunque un vulnus.  La discarica di Roncigliano deve rimanere chiusa, anzi deve essere bonificata e messa in sicurezza. E noi ci batteremo per questo. Io sono anzitutto il Sindaco di una comunità e rispondo ai miei cittadini prima che ad altri. Seguendo le leggi della Repubblica e quanto è nei poteri di un Sindaco. L’Amministrazione comunale aderisce alle manifestazioni che si terranno nei prossimi giorni e invita i cittadini a partecipare numerosi. Ben vengano tutte le iniziative organizzate dalle associazioni contro la riapertura. Noi ci saremo e invitiamo tutti i cittadini a partecipare”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login