fbpx
HomeArchivio Spettacolo e CulturaRinviata ad Aprilia, a causa delle previsioni meteo avverse, la rappresentazione della...

Rinviata ad Aprilia, a causa delle previsioni meteo avverse, la rappresentazione della Passione di Cristo.

Articolo Pubblicato il :

Rinviata ad Aprilia, a causa delle previsioni meteo avverse, la rappresentazione della Passione di Cristo. L’evento, che era in programma per questa domenica 2 Aprile, è stato posticipato a sabato 8 Aprile, con inizio alle 16.30. La location sarà sempre il parco Falcone/Borsellino di via dei Mille. L’organizzazione è a cura dell’Associazione Passione Vivente Aprilia, con il patrocinio e il contributo del Comune, della Regione Lazio e della Proloco di Aprilia.

“Per questa domenica 2 aprile – fa sapere il Presidente dell’associazione, Francesco Vuturo – si prevede tempo variabile con 80% rovesci. La nostra associazione, in accordo con l’assessorato alla Cultura del Comune di Aprilia ha, quindi, deciso di rinviare l’evento.

In questa edizione 2023, come in tutte le altre, verrà dato grande spazio a tante novità con nuovi costumi e nuove scenografie. Per la seconda volta si svolgerà nel nuovo teatro naturale del parco Falcone/Borsellino che permetterà una maggiore partecipazione del pubblico che avrà modo di vedere tutti gli emozionanti passaggi del racconto evangelico che vanno dall’ingresso in Gerusalemme, Ultima Cena, Arresto di Gesù nel Getsemani, Processo nel Sinedrio, Impiccagione di Giuda, Processo Pilato, Erode, Via Crucis, Crocifissione e terminano con la Resurrezione.

Come si evince, quindi, un evento di grande respiro che implica uno sforzo notevole di tutti i rievocatori sia recitanti che semplici figuranti. Un’altra assoluta novità di questa edizione sarà la creazione di banchi didattici, sempre all’interno del parco, a cura della Legio Hispana che metterà a disposizione i propri legionari rievocatori per far conoscere usi e costumi dell’epoca e darà la possibilità di poter usufruire di lezioni di gladiatura per bambini e ragazzi che volessero cimentarsi in questa attività.

“Una rievocazione storica importante dal punto di vista culturale – ha commentato l’assessore alla Cultura del Comune di Aprilia Gianluca Fanucci – la Passione Vivente di Cristo negli anni è diventata per la nostra comunità una vera e propria tradizione partecipata non solo dagli attori protagonisti ma anche dal grande pubblico. Ringrazio i curatori e organizzatori di questo importante evento per il prezioso contributo che danno alla Città. Invito la cittadinanza a godersi lo spettacolo quest’anno pieno di novità e ricco di emozione che domenica avrà un suggestivo antipasto per le vie del centro”.

“150 rievocatori cittadini di Aprilia – ha dichiarato il regista Francesco Vuturo – ma anche di altri territori pontini limitrofi, insieme alla Legio Hispana di Tivoli saranno i principali attori non professionisti pronti a rappresentare una delle storie più impresse nel cuore di tutti gli uomini e donne. Nell’ambito di uno scambio generazionale ci saranno volti nuovi, ragazzi e anche bambini che con entusiasmo e spirito di comunità hanno aderito a questa sacra manifestazione certi che il grande pubblico, che ci ha sempre seguito con “passione”, apprezzerà questa partecipazione.

A questo proposito mi piace sottolineare che 25 bambini della Parrocchia dello Spirito Santo con la guida di tre catechiste della stessa parrocchia daranno il viatico a tutta la rappresentazione con un suggestivo intervento di ciascuno. Ringraziamo sempre il comune di Aprilia per il sostegno economico e tutti gli sponsor che parteciperanno alla realizzazione di questa rievocazione e che ci fa meditare e attendere ancora una volta la Resurrezione tutti insieme”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE