HomeArchivio PoliticaRiunione in videoconferenza del Pd di Latina, si è fatto il punto...
spot_img

Riunione in videoconferenza del Pd di Latina, si è fatto il punto su Sanità ed Europa

Articolo Pubblicato il :

Si è tenuta la direzione provinciale del PD in videoconferenza con la partecipazione dei consiglieri regionali Forte e La Penna, del Presidente della Provincia Medici, dei consiglieri provinciali e dei sindaci ed amministratori del PD.  Ci sono stati numerosi interventi.

“Abbiamo fatto il punto della situazione sulla sanità provinciale, – spiegano – la gestione delle risorse nei comuni, le problematicità sul lavoro, le imprese, le famiglie. Abbiamo concordato di sostenere la campagna di sostegno con donazioni dirette alla Asl per gli operatori sanitari che stanno facendo un lavoro straordinario al servizio dei cittadini e che svolgono comunque sempre. Sulla sanità si è in contatto con la Regione e con la Direzione Generale per rappresentare le criticità e le problematiche degli operatori sanitari a cui va il nostro ringraziamento e totale sostegno per quanto fanno. La situazione della Provincia è sotto controllo compresa la situazione di Fondi. Si esprimono sostegno e apprezzamento al Direttore Generale Casati e alla sua squadra per il lavoro svolto e alla Regione Lazio che sia in campo sanitario che per le misure di sostegno alle imprese e alle famiglie sta operando con grande efficacia e capacità. Governo nazionale e governo regionale stanno facendo bene adottando i provvedimenti che servono e modulandoli a seconda delle varie fasi. L’Europa ha mobilitato risorse straordinarie che consentono a tutti e in particolare all’Italia di affrontare la prima fase con risorse importanti. Dopo aver tolto i vincoli di bilancio, mobilitato 1.100 miliardi di euro con la BCE , 200 miliardi della BEI ( investimenti) e 100 miliardi per la disoccupazione a livello europeo , ora si sta negoziando affinché vale istituzioni comuni europee superino le resistenze di alcuni governi nazionali frenato dai soliti nazionalisti e sovranisti che non vogliono la solidarietà europea. Riuscirà invece l’Europa sostenuta dalla maggior parte dei Paesi europei con Italia, Francia, Spagna e tanti altri decisi a mobilitare altri 1000/1500 miliardi attraverso gli eurobond. Non rispondiamo a polemiche pretestuose, strumentali, irresponsabili. Sul sostegno alle famiglie sono in questa prima fase molto rilevanti le risorse messe a disposizione dei comuni da Governo e Regione per la spesa alimentare. Occorre fare uno sforzo maggiore e garantire risorse agli enti locali . Comuni e Province hanno bisogno di risorse e tutto il nostro sostegno a quelle che sono le istituzioni in prima linea. I circoli del PD sono a sostegno delle persone in ogni comune e abbiamo attivato contatti telefonici per i cittadini a cui rivolgersi per avere informazioni e supporto per le criticità che vengono segnalate. Grazie alla disponibilità di tante persone della comunità del PD per la loro generosità. In contatto con il volontariato stiamo lavorando per implementare altre iniziative a sostegno delle fragilità personali e dell’infanzia. Abbiamo deciso di potenziare il lavoro di comunicazione e di collegamento tra persone ed imprese per meglio promuovere e far conoscere le opportunità dei provvedimenti nazionali e regionali. Abbiamo già svolto un incontro molto utile con sindacati ed associazioni di categoria. Torneremo presto ad incontrarli di nuovo sia per ragionare sulle misure per il rilancio economico sia per ragionare sulla futura fase due di ripresa. Ora occorre mantenere ferme le misure di distanziamento sociale che stanno dando risultati . Per quando il Governo stabilirà un calendario di riapertura occorre prepararsi. Abbiamo deciso di organizzare quattro piattaforme per quattro gruppi di lavoro su : 1)SANITÀ; 2) ECONOMIA Lavoro e Legalità ; 3) EUROPA; 3) ENTI LOCALI. I gruppi lavoreranno anche con il confronto con associazioni e sindacati . A fine aprile avremo due giorni di Assemblea Virtuale a cui parteciperanno esponenti nazionali e regionali del PD e del Governo . Il primo giorno: riunione plenaria e poli lavoro sulle quattro piattaforme dei tavoli tematici che metteranno a punto le relazioni del lavoro svolto. Secondo giorno : assemblea plenaria con relazioni dei tavoli e dibattito. Il nostro Paese è forte e l’Italia saprà venire fuori da questa emergenza grazie all’impegno straordinario degli italiani e agli sforzi comuni dell’Europa, che tutta insieme dovrà superare questa prova così difficile quanto senza precedenti.”

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE