Scritte antisemite a Pomezia, Leodori: “La comunità non si farà intimidire”

Archivio Politica  

Pubblicato 12-02-2020 ore 16:16  Aggiornato: 19-02-2020 ore 16:14

“Un insulto alla Memoria, alla forza morale dei sopravvissuti alla Shoah che portano il peso di un passato terribile e che hanno fatto della loro esistenza un dovere di testimonianza: le scritte apparse oggi davanti a due licei di Pomezia sono ignobili, frutto di una subcultura di odio e di negazionismo che purtroppo sta riemergendo non solo in Italia ma in tutta Europa”. E’ quanto afferma in una nota il vice presidente della Regione Lazio, Daniele Leodori, in merito alle scritte antisemite scoperte oggi sui muri degli istituti Pascal e Ipsia a Pomezia. “La città di Pomezia, gli studenti che oggi hanno dovuto subire questo ignobile attacco sui muri delle loro scuole, la comunità ebraica di Roma, che aveva organizzato un incontro proprio in uno degli istituti, non si faranno intimidire. Alle istituzioni, alle scuole, il compito di non abbassare la guardia e di combattere con ancora più forza l’ignoranza e l’antisemitismo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login