fbpx
HomeArchivio CronacaSequestrarono e uccisero un sarto per soldi, condanna a 30 anni per...
spot_img

Sequestrarono e uccisero un sarto per soldi, condanna a 30 anni per una coppia di fidanzati

Articolo Pubblicato il :

Uccisero il sarto romano Umberto Esposito: condannata a trenta anni di carcere la coppia di fidanzati, Fabrizio Faiola, 35enne di Fondi, e la 24enne Georgeta Vaceanu. La sentenza è stata emessa dal gup del Tribunale di Latina, Laura Matilde Campoli. Gli avvocati difensori Maurizio Forte e Benedetta Orticelli sono riusciti a evitare l’ergastolo chiesto dal pm Claudio De Lazzaro. L’omicidio si verificò il 24 marzo del 2017: il sarto romano, 81 anni, venne ritrovato incaprettato nelle campagne di Terracina. Era stato narcotizzato, sequestrato e poi ucciso.

L’anziano – secondo quanto ricostruito nelle indagini – si era innamorato della ragazza romena e dopo averla tolta dalla prostituzione la manteneva, nonostante la giovane convivesse con Faiola. Pur di soddisfare i bisogni di lei, l’81enne aveva accumulato debiti per 250 mila euro. Poi iniziarono i ricatti, infine il sequestro: mentre l’uomo era stato legato e imbavagliato, la coppietta svuotava i conti della vittima utilizzando le carte di credito. La storia si è conclusa con un epilogo tragico: l’uomo morì per asfissia.

Fabrizio Faiola e Georgeta Vaceanu
spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE