Sferra un pugno ad un poliziotto che aveva fermato due giovani attigui al clan Di Silvio: 26enne in manette.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 15-02-2020 ore 10:28  Aggiornato: 22-02-2020 ore 10:24

La Polizia ferma due giovani attigui al clan Di Silvio: i parenti si radunano davanti alla Questura ed uno di loro interviene aggredendo un agente con un pugno in pieno volto. Il fatto è accaduto l’altro ieri sera, dopo che un equipaggio della Squadra Volante, dopo un breve inseguimento, aveva bloccato gli occupanti di una Golf che stava procedendo in maniera pericolosa.

Quando i due sono stati accompagnati in Questura, davanti all’ingresso di Via Murri, si è formato un capannello di familiari che hanno iniziato a protestare contro la Polizia. Uno di loro, il 26enne Cesare De Rosa, senza alcun motivo, ha sferrato un violento pugno al volto di uno dei poliziotti, provocandogli una lesione al labbro superiore che ha richiesto tre punti di sutura. L’aggressore è stato immediatamente bloccato e tratto in arresto per resistenza e lesioni aggravate a Pubblico Ufficiale.

Al termine delle formalità di rito il giovane è stato condotto presso le Camere di Sicurezza della Questura in attesa del Rito Direttissimo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login