Omicidio del 48enne di Aprilia Luca Palli: è caccia aperta ai sicari.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 31-10-2017 ore 20:32  Aggiornato: 06-11-2017 ore 20:29

Caccia aperta ad Aprilia ai sicari che ieri sera, poco dopo le 19.00, hanno aperto il fuoco contro il 48enne Luca Palli, uccidendolo. Un agguato in piena regola, avvenuto in una traversa di via Carroceto, via Mazzini, dove la vittima –  custode del cimitero e alle dipendenze della Multiservizi – era stata attirata. Due persone avrebbero raggiunto Luca Palli al bar “Amico Caffè Ro & Mi”, dove stava consumando un aperitivo, e l’avrebbero invitato a raggiungerli fuori. Secondo il racconto di alcuni testimoni, il 48enne, prima di uscire in strada, si sarebbe armato di una mazza da baseball, poi ritrovata sotto ad un’auto, sul luogo del delitto. Luca Palli, volto noto agli archivi giudiziari, è stato raggiunto da 4 colpi di pistola alla gambe e in pieno volto; soccorso dal 118 e condotto alla clinica di Aprilia, poco dopo è deceduto.

Le indagini per risalire agli autori dell’omicidio sono in mano ai Carabinieri del Reparto Territoriale: si scava nella vita privata della vittima per arrivare al movente del delitto e si cercano elementi utili nelle registrazioni delle telecamere di sorveglianza installate in zona. Sul posto ieri sera si sono portati il sostituto procurato di Latina Luigia Spinelli ed il medico legale, la dottoressa Cristina Setacci, che nelle prossime ore avrà il compito di eseguire l’autopsia.

Luca Palli – diventato nonno da pochi mesi e che a breve si sarebbe dovuto sposare – ieri sera era giunto in via Carroceto a bordo della sua auto. Anni fa, nel 2008, il 48enne rimase coinvolto nell’inchiesta “Forbice” che portò ad indagare una decina di persone per un presunto attentato che si stava preparando ai danni della caserma dei carabinieri di via Tiberio, ma venne poi assolto da ogni accusa.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 34315  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login