Strage di Cisterna: i medici comunicano ad Antonietta la morte delle figlie. Oggi i funerali.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 08-03-2018 ore 16:57  Aggiornato: 16-03-2018 ore 16:49

Strage di Cisterna: Antonietta Gargiulo, la donna ferita dal marito che poi ha ucciso le sue due figlie e si è tolto la vita, ha riaperto gli occhi. I medici dell’ospedale “San Camillo” di Roma, dove la donna è ricoverata, hanno deciso di comunicarle la tragica sorte delle figlie. Sono stati i familiari a farlo, ieri, con il supporto degli psicologi. A comunicarlo, in un post su Facebook, la trasmissione “Chi l’ha visto?” di Rai Tre.

Intanto questa mattina si celebrano i funerali di Alessia e Martina: alle 11.00 l’intera comunità di Cisterna si stringerà attorno al dolore dei familiari presso la chiesa di San Valentino. Dichiarato il lutto cittadino.

LA NOTA DEL COMUNE DOPO UNA RIUNIONE IN COMMISSARIATO
Si prevede che in tanti domani vorranno portare l’ultimo saluto alle piccole Alessia e Martina Capasso, uccise dal padre che prima aveva gravemente ferito la moglie Antonietta Gargiulo e poi si è suicidato.
Affinché il rito funebre possa svolgersi secondo le volontà dei familiari nonché in una condizione di sicurezza per i partecipanti, si sono tenute riunioni tecniche di coordinamento presso la Prefettura di Latina e successivamente presso il Commissariato di Pubblica Sicurezza di Cisterna di Latina.
Come è noto, il Commissario Straordinario di Cisterna ha proclamato il lutto cittadino disponendo dalle ore 10,30 alle 12,30, in concomitanza con la celebrazione funebre, l’esposizione delle bandiere a mezz’asta su tutti gli edifici pubblici e privati compresi quelli scolastici di ogni ordine e grado, la sospensione di tutte le manifestazioni previste nell’intera giornata di venerdì, la chiusura al pubblico degli uffici comunali (dalle 10,30 alle 12,30), l’invito a tutti i cittadini e le organizzazioni sociali, culturali e produttive di Cisterna ad esprimere in forme autonoma il dolore dei Cisternesi e l’abbraccio dell’intera comunità.
L’invito è ad abbassare le serrande dei negozi al passaggio dei feretri nel percorso dal Cimitero comunale lungo Corso della Repubblica e via Monti Lepini fino alla parrocchia di San Valentino dove alle 11 si terranno le esequie.
La chiesa potrà accogliere all’interno fino ad un massimo di 500 persone; per questo è prevista la diffusione audio della funzione religiosa così da consentire la partecipazione anche a coloro che resteranno all’esterno dell’edificio.
Durante la celebrazione del rito, all’interno della chiesa, su indicazione dei familiari delle due defunte, NON sarà consentita la ripresa audio-video di alcun genere, smartphone compresi, così come NON sarà possibile effettuare interviste. NON sono previsti maxischermi.
Nel rispetto del momento di raccoglimento della famiglia e per motivi di ordine pubblico, si è ritenuto opportuno disporre la chiusura straordinaria del Cimitero Comunale per l’intera mattina di domani, con la riapertura al pubblico a partire dalle ore 14.
Disposto, sempre per motivi di sicurezza, l’annullamento del mercato di domani in Piazza Ugo La Malfa così da utilizzare l’ampio spazio ad uso parcheggio. Mentre è stato disposto il divieto di sosta e transito, dalle ore 9:30 alla fine della cerimonia, su via Falcone (dall’intersezione con Via Vittime del Terrorismo al numero civico 4 compreso), su via Donatori degli Organi, su via Vittime del Terrorismo (area parcheggio davanti scuola materna).
Il servizio di viabilità e assistenza sul posto sarà a cura delle associazioni di volontariato e protezione civile sotto il coordinamento delle Forze dell’Ordine e del Comune.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 5328  volte

You must be logged in to post a comment Login