Superbonus 110%, Calandrini (FdI): interrogazione in Comune a Latina per verificare il potenziamento degli uffici.

Archivio Politica  

Pubblicato 19-02-2021 ore 13:06  Aggiornato: 26-02-2021 ore 12:59

Superbonus 110%: il senatore di Fratelli d’Italia e consigliere comunale di Latina, Nicola Calandrini, annuncia un’interrogazione per verificare il potenziamento degli uffici. “Professionisti, imprese e famiglie – spiega – non riescono ad effettuare le pratiche preliminari per richiedere il Superbonus 110% per le carenze e per i ritardi – sostiene – del settore Urbanistica del Comune di Latina. Gli strumenti ci sono (si può assumere personale per potenziare gli uffici  e l’Ance Latina ha messo a disposizione operatori a titolo gratuito) è ora – dice Calandrini – di rendere gli sportelli preposti pienamente operativi ed efficienti”.

“Già a settembre 2020 – spiega – invitavo il sindaco a potenziare gli uffici per non perdere le opportunità offerte da questa agevolazione. Il Superbonus può essere un volano per l’economia del territorio, per il comparto edilizio e il suo indotto, bloccato anche da anni di indecisionismo amministrativo oltre che dalla crisi pandemica, e soprattutto può restituire un’immagine nuova alla città.

Il Sindaco non ha più scuse e può intervenire in tal senso, in quanto la legge di Bilancio 2021 all’articolo 1 comma 69 dispone che gli enti locali possono assumere personale dipendente a tempo determinato per potenziare gli uffici preposti agli adempimenti legati al Superbonus 110%, misura per cui sono stati stanziati 10 milioni di euro per l’anno in corso.

Inoltre, l’Ance Latina, a seguito della sottoscrizione di un protocollo con il Comune avvenuto in Prefettura, ha messo a disposizione operatori a titolo gratuito che aiutino i dipendenti comunali a trovare gli atti necessari per avviare la richiesta dell’agevolazione, a partire dallo stato di conformità del fabbricato oggetto dei lavori.

Presenterò un’interrogazione per sapere se il sindaco Coletta e l’assessore Castaldo stanno sfruttando queste opportunità che sono arrivate sia dal Governo sia dall’Associazione dei Costruttori, se ritengono di dover implementare ulteriormente il personale, e per sapere cosa hanno prodotto gli uffici nel corso dell’ultimo anno per agevolare lo sviluppo del territorio.

La stessa legge di Bilancio ha prolungato la durata del Superbonus di sei mesi, fino al 30 giugno 2022, ma questa estensione resta comunque breve se si considera la complessità della procedura burocratica”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login