Superlega, la Top Volley Cisterna batte Sora

Archivio Sport  

Pubblicato 10-02-2020 ore 14:56  Aggiornato: 17-02-2020 ore 12:49

Superlega – La Top Volley Cisterna sconfigge il Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-1 e conquista l’ottava vittoria consecutiva nei derby laziali con i volsci. I pontini, con questo quarto risultato positivo stagionale, salgono a quota 12 punti nella classifica di Superlega e continuano la rincorsa salvezza.

Decisiva la reazione dei padroni di casa che, dopo aver vinto i primi due set (2-0) si sono fatti recuperare da Sora che ha trovato la forza di riaprire il match (2-1) ma nel quarto la grande reazione di Patry e soci che hanno chiuso 25-18.

Gianrio Falviene (Presidente Top Volley Cisterna): «E’ il primo passo nella nostra lunga traversata nel deserto, ora ci aspettano sei finali»

Lorenzo Tubertini (coach Top Volley Cisterna): «In campo ci sono stati anche i nostri avversari che non sono morti, tutt’altro. Tante partite ci sono scappate di mano per pochi punti, poi nel quarto set stavolta anziché crollare abbiamo dato un accelerazione importante. A cosa penso? Già alla prossima partita».

Mimmo Cavaccini (libero Top Volley Cisterna): «Dovevamo giocare prima contro le nostre paure e poi contro i nostri avversari, quando è così è sempre difficile. Mi è piaciuta la reazione che abbiamo avuto nel quarto set, abbiamo dato una grande risposta».

Simone Roscini (secondo allenatore Sora) «Peccato per il secondo set quando siamo riusciti a recuperare e abbiamo perso 25-23, siamo rientrati in partita e potevamo gestire meglio quel momento perché saremmo arrivati sull’1-1 e forse la partita avrebbe potuto prendere una piega diversa. Cisterna ci ha messo grandissima pressione con la battuta».

L’avvio di match della Top Volley Cisterna è come al solito a mille all’ora e il primo set è tutto dei pontini che s’impongono 25-15. Mai in discussione il parziale con la Top Volley che passa dall’8-5 al 10-6 con una fiammata, poi dal 12-7 Patry va al servizio e piazza un break di quattro punti con due aces di fila (16-7) ed è lo strappo decisivo del set che poi vede anche Palacios molto incisivo (22-13) mentre Sora si dimostra fallosa dalla linea dei nove metri (cinque errori) sul 24-15 va al servizio Patry, la ricezione è nel campo della Top e Sottile deve solo spingere a terra il pallone che in 24 minuti chiude un set condotto in vantaggio dall’inizio alla fine con un attacco migliore (68% contro il 56% di Sora) e anche una ricezione più precisa (82% a 40%) e quattro aces a zero.

Più equilibrato il secondo parziale ma la Top Volley Cisterna lo porta a casa 25-23 dopo una battaglia di 33 minuti. Sora più costante e meno fallosa mentre la Top Volley cala un po’ con il servizio ma è sempre avanti con un discreto margine (9-7, 13-11 e 17-11). Sul 20-18 Tubertini cambia Patry con Karlitzek ma Sora trova il 20-19 e allora serve il time-out per spezzare il ritmo: si combatte punto a punto e Sora arriva fino al 23-20 ma Grozdanov e Scopellitti sbagliano la battuta e la Top Volley ringrazia con Alberto Elia che chiude 25-23. I pontini archiviano il parziale con sei muri punto e tantissime palle toccate mentre Sora ha sbagliato quattro servizi.

Nel terzo spicchio di gara la Top Volley concede a Sora la possibilità di riaprire il match e cede 24-26 dopo essere stata costantemente avanti (6-1, 11-16 e 13-8) ma Sora ricuce lo svantaggio e inizia a mettere moltissima pressione con la battuta così dal 20-17 si passa al 23-23 e fino al 24-26 che fa sorridere Sora che ha attaccato meglio (54% contro 44%) e trovato più punti a muro (tre a zero).

Alla Top Volley serviva la vittoria da tre punti per continuare la rincorsa salvezza e il quarto set è stato cruciale: Patry e compagni si sono imposti 25-18 davanti a un pubblico sempre in piedi nel finale anche quando Sora, con la forza della disperazione e giocando una partita di grande intensità, ha annullato quattro match point consecutivi. In avvio di quarto set la Top Volley ha iniziato a dare tanta pressione dalla linea dei nove metri, Palacios e Van Garderen molto positivi e Cavaccini tornato definitivamente ai livelli di inizio stagione tanto da meritarsi il premio come MVP: Top Volley avanti 9-5, poi i pontini ancora a martellare dal 16-11 al 19-11 con Palacios al servizio. Sul 24-15 Sora ha annullato quattro set point ma la Top Volley aspettava solo la fine per poter iniziare a pensare già alla partita con Padova di domenica prossima.

TOP VOLLEY CISTERNA – GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA 3-1
TOP VOLLEY CISTERNA: Peslac, Szwarc 12, Cavaccini (lib.), Van Garderen 15, Sottile 5, Patry 23, Karlitzek 2, Elia 1, Rossi 5, Palacios 16. Ne: Rpssato, Onwuelo, Rondoni. All. Tubertini
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE SORA: Alfieri, Sorgente (lib.), Caneschi 6, Fey, Joao Rafael 13, Vam Tilburg 12, Grozdanov 13, Scopelliti, Mauti (lib.), Miskevic 4, Di Martino 10, Radke 2. 
Arbitri: Goitre e Vagni
Parziali: 25-15 (24’), 25-23 (33’), 24-26 (35’), 25-18 (28’)
Statistiche: Cisterna: ricezione 49% (29%), attacco 54%, aces 11 (err.batt. 10), muri pt. 10; Sora: ricezione 39% (16%), attacco 50%, aces 8 (err.batt. 11), muri pt. 7;
MVP Mimmo Cavaccini (Top Volley Cisterna)
Spettatori: 1.012

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login