Tensioni in Consiglio Comunale a Nettuno, interviene anche la polizia. Il sindaco: “Inaccettabile quanto accaduto”

Archivio Politica  

Pubblicato 21-07-2021 ore 16:53  Aggiornato: 28-07-2021 ore 16:46

Toni infuocati oggi in Consiglio comunale a Nettuno, tanto che il sindaco Alessandro Coppola ha chiesto l’intervento della polizia. Le tensioni sono emerse tra maggioranza ed opposizione, ma soprattutto all’interno della maggioranza stessa: Forza Italia, in primis, ha protestato per la convocazione a distanza dell’assise. L’assise è stata sospesa questa mattina e rinviata perché mancava il numero legale, e anche su questo sono arrivate polemiche aspre: bisognava chiudere subito e non rinviare.

“Quanto accaduto questa mattina è inaccettabile. – Commenta il sindaco Coppola –  Scene di violenza verbale non sono ammissibili in nessun luogo, specialmente nel palazzo comunale e nei confronti di organi di Governo e dell’istituzioni. Mi preme chiarire che, in occasione del consiglio comunale di questa mattina tenuto per via telematica, il Presidente del Consiglio Comunale ha operato in base al punto 23 delle linee guida COVID per verificare il corretto funzionamento delle apparecchiature tecnologiche. Appurato che non vi erano problemi di connessione si è proceduto con la ripresa del consiglio per la dichiarazione di seduta deserta ed ora si procederà con la seconda convocazione del Consiglio Comunale. Detto questo, nessun atteggiamento aggressivo di violenza può essere tollerato, ancor di più se perpetrato da parte di un consigliere comunale. Un fatto gravissimo che ha minato la tranquillità degli uffici e con il quale sono state rivolte gravissime offese ed accuse nei confronti del presidente del consiglio, della mia persona nella qualità di Sindaco e del segretario comunale e che condanno fortemente”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login