Terzo polo scolastico ad Aprilia, il Pd: “Sia dedicato ad arte, musica e sport”

Archivio Politica  

Pubblicato 19-07-2021 ore 17:01  Aggiornato: 26-07-2021 ore 16:19

Terzo polo superiore ad Aprilia. La proposta del Pd, tramite Andrea Fantoni

“Riallacciandosi al dibattito in corso sull’opportunità di creazione di un terzo polo scolastico superiore ad Aprilia, il PD è fermamente convinto che una simile prospettiva sia non solo auspicabile ma assolutamente prioritaria e vuole in tal senso dare un contributo di idee per la realizzazione di un’opera infrastrutturale di enorme importanza strategica per lo sviluppo armonioso di questa città e per l’avvenire delle sue giovani generazioni, che è ciò che più ci sta a cuore. Il rapporto tra istituti superiori e cittadini di Aprilia è di uno ogni 36.900 abitanti, molto superiore alla media provinciale. Solo la città di Latina conta ad esempio un rapporto 1 a 12 mila.

A riguardo, la nostra proposta, è quella di realizzare un nuovo polo liceale che implementi l’offerta formativa del Meucci, indirizzi come scientifico e linguistico sono in forte sofferenza, e aggiunga quegli indirizzi ancora non presenti ad Aprilia andando così ad integrare l’offerta formativa già presente al quale il nuovo istituto si porrebbe così in maniera complementare. Quello che immaginiamo è un polo scolastico moderno che comprenda Liceo Artistico, Liceo Musicale e Liceo Sportivo): cioè, appunto, tutte quelle branche ancora non presenti ad Aprilia  che andrebbero così a coprire l’intero specchio degli indirizzi di studio permettendo ai giovani della nostra città di non doversi più recare fuori per seguire i corsi che più gli aggradano o di dover ripiegare, magari poco convintamente, su altri indirizzi intasando le attuali strutture scolastiche superiori giunte armai al limite della capienza. Stiamo parlando di un progetto ambizioso ed originale in quanto ad un polo liceale di tipo tradizionale già presente che ingloba i collaudati indirizzi Classico, Scientifico, Linguistico e delle Scienze Umane, andrebbe ad affiancarsi un altro polo, che potremmo definire “dell’estro” o “della creatività” dedicato all’Arte, alla Musica e allo Sport; un liceo quindi con spazi appositi, aule e attrezzature particolari, laboratori studiati per le esigenze peculiari dei percorsi dei studio specifici previsti. Una struttura polivalente che potrebbe anche eventualmente ospitare in un’apposita ala dell’edificio un distaccamento del Conservatorio di Latina o dell’Accademia di Belle Arti di Roma, come quello presente a Velletri.

Un Liceo quindi unico nel suo genere, almeno a livello locale, di concezione innovativa a vocazione fortemente sperimentale da situarsi possibilmente nella parte Sud della Città, nella quartiere Europa per intenderci, abbiamo letto di stime che indicano in almeno 6mila metri quadrati, oltre a un’area a servizi che porta il conto totale a circa 9mila metri quadrati lo spazio necessario per un nuovo polo superiore ad Aprilia,  noi crediamo che non si può più concentrare in via Carroceto l’offerta scolastica della città.

Abbiamo indicato il quartiere Europa, dove già sono presenti servizi importanti come il comando di polizia Municipale,    sia per decongestionare Via Carroceto e soprattutto per porsi come volano di sviluppo per una zona in espansione che bisognerà cercare sempre più di integrare al centro cittadino e rendere attraente e vitale anche dal punto di vista sociale e culturale. Speriamo che l’idea che abbiamo lanciato possa essere presa in considerazione, discussa e sviluppata perché questa è una città giovane, che proprio nei suoi giovani ha la sua maggiore ricchezza: una ricchezza su cui si deve investire con lungimiranza per evitare che vada colpevolmente dispersa.

Se il terzo polo scolastico superiore davvero si deve fare, e noi pensiamo che si debba fare, allora bisogna pensare in grande: nel Recovery plan sono stati stanziati 19,4 mliliardi di euro  per l’aumento dell’offerta formativa, bisogna aver e la forza, la voglia e la capacità di presentare progetti credibili, sprecare danaro pubblico in cattedrali nel deserto o in progetti di retroguardia di piccolo cabotaggio sarebbe imperdonabile.”

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login