“Ti ammazzo, ti taglio i tendini delle gambe così stai su una sedia a rotelle”. Compagno violento in manette a Latina.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 01-12-2020 ore 13:16  Aggiornato: 08-12-2020 ore 13:02

la Questura di Latina

“Ti ammazzo, ti taglio i tendini delle gambe così stai su una sedia a rotelle”. Un marito violento è finito in manette a Latina, in esecuzione ad un provvedimento di  aggravamento della misura cautelare dell’allontanamento dalla casa familiare. L’uomo, un 42enne romeno, è stato arrestato dagli agenti della Squadra Mobile e sottoposto ai domiciliari. La compagna, anche in presenza dei figli minori, da lungo tempo era sottoposta a violenze fisiche e psicologiche e a gravissime minacce, anche di morte. Le veniva impedito anche di uscire di casa da sola. Dopo l’arresto il 42enne ha anche tentato di evadere dai domiciliari, ma è stato nuovamente messo in manette.

“La Questura di Latina continua a prestare particolare attenzione alle problematiche che afferiscono i soggetti più vulnerabili. – si legge in una nota -La specifica attività investigativa, condotta dalla Squadra Mobile e coordinata dalla Procura della Repubblica di Latina nella persona del Sostituto Procuratore dott.ssa Giorgia Orlando, ha consentito di mettere in evidenza come l’interessato abbia tenuto nei confronti della compagna convivente, e talora anche in presenza dei figli minori conviventi, una pluralità di condotte violente consistite in maltrattamenti fisici e psichici protratte nel tempo.

È stato accertato che l’uomo picchiava abitualmente la compagna, colpendola con calci e pugni al volto ed al corpo. Inoltre l’uomo ripetutamente umiliava la donna con frasi volgari e di pieno disprezzo, minacciandola con frasi del tipo “ti ammazzo, ti taglio i tendini delle gambe così stai su una sedia a rotelle”; inoltre impediva alla compagna di uscire da sola.

Una volta ultimate le formalità di rito, l’indagato è stato condotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari ma i poliziotti, avendo fiutato che l’uomo stesse progettando di sottrarsi alla misura applicata, hanno deciso di effettuare un accorto servizio di appostamento. Dopo qualche ora i sospetti sono stati confermati, infatti l’uomo è stato notato nel mentre a bordo di una bicicletta si stava allontanando dal proprio domicilio. Gli agenti della Mobile lo hanno quindi immediatamente bloccato, traendolo in arresto per evasione”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login