Tragedia a Collina dei Pini, a Cisterna: Antonietta Gargiulo ancora in gravissime condizioni.

Archivio Cronaca  

Pubblicato 01-03-2018 ore 09:29  Aggiornato: 09-03-2018 ore 09:26

E’ ancora in gravissime condizioni, ricoverata in prognosi riservata al San Camillo di Roma, Antonietta Gargiulo, 39 anni, la donna ferita dal marito Luigi Capasso, il carabiniere di 44 anni in servizio a Velletri che ha ucciso le sue due figlie di 13 ed 8 anni, Alessia e Martina, e poi si è tolto la vita dopo ore di trattative estenuanti con i Carabinieri, barricato nell’abitazione di Collina dei Pini a Cisterna. L’uomo non accettava la loro separazione e soprattutto non accettava di non vedere le bambine; nell’auto di Capasso i Carabinieri hanno trovato le uova di Pasqua che aveva comprato per le bambine.

Antonietta Gargiulo, che già in passato aveva denunciato l’ex marito, ieri, ha subìto un delicato intervento chirurgico: è stata attinta da tre colpi d’arma da fuoco (allo stomaco, alla mandibola e alla scapola), degli 8 esplosi da Capasso ieri all’alba nel garage di casa.

Il 44enne, dopo aver staccato dal lavoro, attorno alle 5 si era portato in via Collini dei Pini, nel residence: ha prima sparato alla moglie, poi le ha preso le chiavi di casa dalla borsa e si è diretto al piano di sopra. Pochi minuti dopo ha ucciso le sue figlie,  barricandosi poi nell’appartamento mentre sul posto arrivavano i carabinieri e i vigili del fuoco. La trattativa è durata quasi 9 ore. Poi si è interrotta: poco prima del blitz definitivo da parte del Gis, Luigi Capasso ha deciso di farla finita sparandosi nel soggiorno di casa.

Luigi Capasso

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 2458  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login