fbpx
HomePolitica“Trasporto scolastico per alunni con disabilità e accesso agli atti", il gruppo...
spot_img

“Trasporto scolastico per alunni con disabilità e accesso agli atti”, il gruppo Lanuvio Futura presenta una mozione: “Amministrazione opaca”.

Articolo Pubblicato il :

“Opacità e mancanza di preparazione, questo quello che abbiamo ravvisato dalla maggioranza in seno all’ultimo Consiglio Comunale”. A parlare, in una nota, è il gruppo consiliare di Lanuvio Futura. La capogruppo Ilaria Signoriello: “Prima di archiviare il servizio di trasporto scolastico per alunni con disabilità, come deciso per mezzo di una delibera di giunta, abbiamo ritenuto opportuno avere contezza del quadro cittadino. Ma l’amministrazione non ha saputo indicarci il numero effettivo di bambini e bambine, residenti nel territorio comunale, con disabilità e quindi interessati al servizio.

Per questo motivo – prosegue Ilaria Signoriello – non possiamo ritenerci soddisfatte della risposta. La maggioranza si ostina a trattare la questione da un punto di vista meramente tecnico quando, in realtà, siamo dinanzi ad un problema politico: dobbiamo mettere le famiglie dinanzi ad un’alternativa concreta per chi ha problemi ad accompagnare i bambini a scuola. Per quanto ci riguarda continueremo a lavorare in questo senso, con l’obiettivo di rinvenire soluzioni”.

Lanuvio Futura ha anche presentato una mozione per la richiesta di approvazione del regolamento per l’accesso agli atti da parte dei consiglieri comunali.

Le consigliere Signoriello, Barone e Monterubbianesi spiegano: “È il TUEL, quindi una legge della nostra Repubblica, a sancire che i Consiglieri e le Consigliere hanno diritto a ricevere tutte le documentazioni utili all’espletamento del proprio mandato. Abbiamo chiesto un documento ben 30 giorni fa e, ad oggi, non ci è ancora stato fornito. Non ci sembra, questo, un modus operandi consono.

Ecco il motivo della mozione odierna che, però, ha trovato reticenza da parte della maggioranza che ha fornito riprova della propria opacità. Servono tempi certi di risposta quando si fa richiesta di documentazione, così come è previsto per legge e così come avviene negli altri comuni d’Italia”.

Lanuvio Futura, che ha votato negativamente all’emendamento proposto dalla maggioranza, spiega: “Serve una tempistica precisa di risposta quando si fa richiesta di documentazione. Siamo pronte a battagliare, su questo, nell’apposita commissione consiliare”.

Feedback positivo, invece, circa l’adozione della certificazione UNI ISO 37001 per l’anticorruzione. La mozione presentata da Lanuvio Futura, infatti, è stata approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale. Così Signoriello, Barone e Moterubbianesi: “Siamo sicure che con l’adozione della certificazione Lanuvio possa diventare un modello virtuoso di prevenzione alla corruzione. La certificazione UNI ISO, oltre ad essere garanzia di trasparenza, ci allineerebbe agli standard di sicurezza e ci consentirebbe di partecipare a tantissimi bandi di finanziamento. Anche sul Pnrr. Ci impegneremo affinché si possano rinvenire, nei capitoli di bilancio dell’ente, le risorse utili ad adottare la certificazione. Anche rinunciando a spese di altro tipo. Siamo convinte, infatti, che la trasparenza e la legalità siano la precondizione per qualsiasi altra azione da parte di un ente”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE