HomeArchivio Altre NotizieTromba d’aria tra Latina e Sabaudia, riunione urgente in Prefettura: servono altre...
spot_img

Tromba d’aria tra Latina e Sabaudia, riunione urgente in Prefettura: servono altre squadre di volontari. Riaperta l’Appia, tra le Migliare 53 e 50.

Articolo Pubblicato il :

Tromba d’aria la notte scorsa tra Latina e Sabaudia, questa mattina si è tenuta una riunione urgente in Prefettura: servono altre squadre di volontari. L’Appia intanto, tra le Migliare 53 e 50, è stata riaperta al transito nel tardo pomeriggio di oggi: sono stati ultimati, infatti, i lavori a cura di Anas di taglio degli alberi che erano caduti sulla sede stradale. La Pontina, invece, era già stata riaperta al traffico questa mattina. Nel corso dell’incontro è stato fatto il punto della situazione in merito alle criticità che si sono verificate nel corso della nottata: in particolare la caduta di numerosi alberi, anche di grandi dimensioni, e l’interruzione della fornitura di corrente elettrica che ha riguardato circa 20.000 utenze. “Quasi tutte risultano già ripristinate, circa il 90%” ha precisato la Prefettura di Latina. I danni maggiori nella zona di Bella Farnia nel Comune di Sabaudia, nella zona litoranea di Latina e a Borgo Grappa. All’Agenzia Regionale di Protezione Civile è stato richiesto un ulteriore impiego di squadre dei volontari di protezione civile a supporto di quelle già al lavoro.

“Si è svolta questa mattina, presso la Prefettura di Latina, una riunione, presieduta dal Viceprefetto Vicario, Dott.ssa Monica Perna, con la partecipazione dei referenti della Provincia e delle amministrazioni comunali di Latina e Sabaudia, dei vertici delle Forze di polizia e della locale sezione della Polizia Stradale, dei Vigili del Fuoco, dei rappresentanti di ENEL S.p.a. e dei volontari di protezione civile.

Scopo dell’incontro – si legge nella nota – è stato quello di fare il punto della situazione in merito alle criticità che si sono verificate, nel corso della nottata odierna, in seguito alla tromba d’aria che si è abbattuta tra i comuni di Latina e Sabaudia e che ha determinato una serie di danni, tra cui la caduta di numerosi alberi, anche di grandi dimensioni, e l’interruzione della fornitura di corrente elettrica.

In particolare, circa 20.000 utenze sono state disalimentate nel corso della giornata di ieri, mentre ad oggi a seguito dell’intervento delle squadre operative di Enel S.p.a., tempestivamente convocata al tavolo, quasi tutte risultano già ripristinate (circa il 90%), mentre per le restanti, di carattere più complesso, sono tuttora in corso le operazioni di risoluzione delle problematiche segnalate.

La perturbazione ha interessato con maggiore severità la frazione di Bella Farnia nel Comune di Sabaudia, la zona litoranea di Latina e quella di Borgo Grappa, in cui sin dalle prime ore della nottata sono intervenute, coordinate dalla Prefettura, squadre dei Vigili del Fuoco, provenienti anche da fuori provincia (Benevento, Anzio, Pomezia e Frosinone), le Forze dell’Ordine presenti sul territorio, le polizie municipali, insieme ai volontari delle locali associazioni di protezione civile.

Sotto il profilo della viabilità, in alcuni tratti fortemente compromessa dal maltempo e dalla caduta degli alberi sul sedime stradale, son in atto lungo le strade provinciali e statali interessate (Pontina, Appia e le Migliare dalla 47 alla 53), a cura degli enti proprietari competenti (Anas, Astral e Provincia), le necessarie azioni di ripristino delle condizioni di  sicurezza: fin dalle prime ore della mattinata, la Pontina risulta totalmente riaperta al traffico, mentre l’Appia, nel tratto compreso tra la Migliare 47 e 53, risulta ancora interdetta con indicazioni per gli automobilisti di precisi percorsi alternativi.

Nel corso della riunione, inoltre, è stato rappresentato che l’Area manutenzione della Regione, per la parte di competenza, provvederà alla rimozione degli alberi caduti e alla verifica della stabilità dei restanti.

La Prefettura, infine, su richiesta del Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco, ha interessato l’Agenzia Regionale di Protezione Civile per un ulteriore impiego delle squadre dei volontari di protezione civile a supporto delle attività sopra evidenziate, al fine di consentire un ritorno ad una situazione di normalità nel più breve tempo possibile”.

Intanto, l’ex sindaco di Latina, Damiano Coletta, questa mattina ha eseguito un sopralluogo a borgo Grappa. “La bufera di questa notte ha causato parecchi danni, – scrive Coletta –  soprattutto a causa della caduta di diversi pini secolari. Sono stati immediatamente avviati contatti con le istituzioni regionali e governative, ci si sta attivando per il riconoscimento dello stato di calamità naturale.

In questo momento sulla zona stanno intervenendo i vigili del fuoco, le forze dell’ordine, la polizia municipale, i giardinieri del Comune e la protezione civile. Li ringrazio ed esprimo, ai residenti e agli imprenditori che hanno subito danni alle loro attività, piena solidarietà e vicinanza.

La natura continua a mandarci segnali che dobbiamo essere in grado di cogliere. È importante, per salvaguardarne gli equilibri, continuare ad indirizzare il lavoro amministrativo nell’ottica della sostenibilità ambientale e naturale”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE