Trovata morta nel Lago di Nemi, carabinieri indagano nella vita privata

Archivio Cronaca  

Pubblicato 12-03-2018 ore 12:39  Aggiornato: 19-03-2018 ore 12:35

Si indaga tra Lanuvio e Nemi per chiarire la morte di Ximena Garcia, la 32enne, argentina, transessuale, sposata con un carrozziere di Lanuvio, scomparsa il 22 gennaio scorso e ritrovata nel lago di Nemi senza vita. Il cadavere era in avanzato stato di decomposizione e aveva indosso i vestiti. Il corpo è stato trovato nel fine settimana da un pescatore che era nel lago con la sua piccola imbarcazione ed ha visto il cadavere affiorare dall’acqua all’atezza della zona La Fiocina. Il caso è stato affidato ai carabinieri di Velletri, che stanno lavorando con l’ausilio dei colleghi di Nemi e di Frascati. La donna è stata identificata attraverso un tatuaggio sulla schiena e tramite una scheda sim, ritrovata in un cellulare, intestata a lei. I militari hanno già ascoltato il marito. Per ora non si esclude nessuna pista, neanche quella dell’aggressione. L’appartamento della coppia, a Lanuvio, è stato sequestrato. I due avrebbero avuto una lite tempo fa, ma i militari stanno ancora eseguendo degli accertamenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 2938  volte

You must be logged in to post a comment Login