Usura ed estorsione con il metodo mafioso, a Pomezia in arresto un 65enne

Archivio Cronaca  

Pubblicato 11-01-2022 ore 15:26  Aggiornato: 18-01-2022 ore 15:20

Usura ed estorsione, aggravati dal metodo mafioso: a Pomezia i carabinieri hanno arrestato un uomo di 65 anni. La vittima, anche se dopo qualche anno, ha avuto il coraggio di denunciare i soprusi subiti e grazie alle serrate indagini dei militari iniziate nel 2020, il suo incubo è finito. L’indagine è stata coordinata dalla Dda di Roma. A causa delle difficoltà economiche avute nel 2017, la vittima  si era rivolta al 65enne ottenendo un prestito di 200 mila a cui era stato applicato un tasso del 10%. La restituzione era avvenuta con false fatture che hanno portato l’imprenditore romano ad esporsi con il fisco per un milione e mezzo di euro. Palese il clima di assoggettamento ed omertà imposto alla vittima. Grazie ad una perquisizione i militari hanno recuperato – in casa dell’usuraio – orologi del valore di 15 mila euro. Il 65enne è stato arrestato e condotto in carcere a Cassino.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login