Via Vesuvio ad Aprilia, dopo la bonifica atteso l’ok per far partire i lavori

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 14-09-2018 ore 15:18  Aggiornato: 21-09-2018 ore 15:15

Ad Aprilia si torna a parlare dei lavori a Casello 45 e del prolungamento di via Vesuvio per consentire ai residenti una viabilità più serena. L’associazione Cittainsieme ha incontrato l’amministrazione comunale. E’ stato superato già il primo step, quello relativo alla ricerca di ordigni bellici. L’area ora è stata bonificata, la certificazione però arriverà ad ottobre. Solo dopo si concluderanno i lavori per il prolungamento di via Vesuvio “che – spiegano i residenti – dureranno circa 60 giorni”.

“Via Vesuvio è la strada che costeggia la ferrovia sul lato opposto a quello della Nettunense e il suo prolungamento fino a Campo di Carne è importantissimo perché quei 450 metri da aggiungere ai 1000 già esistenti consentiranno agli abitanti del quartiere Cavallo Morto, oggi sequestrati dal cantiere del sottopasso ferroviario di Casello45 che impedisce loro l´accesso alla via Nettunense, di raggiungerla senza dover fare le lunghe deviazioni attuali (7 km per immettersi a Padiglione in direzione Anzio, 19 km per immettersi a Campo di Carne in direzione Aprilia e Roma).

Ed ecco la sintesi di quanto abbiamo appreso.

La nuova strada è eseguita dalla ditta Monaco (la stessa che realizza il sottopasso di Casello 45) ed è a carico del committente Rete Ferroviaria Italiana (RFI). Il comune di Aprilia è ovviamente parte interessata al corretto e veloce completamento dell´opera.

L´attuale profondo sbancamento, una trincea lunga 500 metri larga 40 e profonda quasi 6 visibile dietro la stazione di Campo di Carne, è stato fatto per la ricerca di eventuali ordigni bellici. Gli ordigni sono stati effettivamente trovati.

La certificazione dell´Esercito di avvenuta bonifica è attesa per la metà di ottobre 2018.

Dopo tale certificazione possono partire i lavori di effettiva realizzazione della strada.

I lavori saranno piuttosto rapidi perché per accelerare i tempi si è scelta una soluzione strutturale semplificata (profilo stradale leggermente rilevato).

La struttura sarà adatta al transito anche di mezzi pesanti.

Il manto sarà ecologicamente avanzato perché costituito in conglomerato lapideo.

Fatte salve tutte le sempre possibili sorprese burocratiche il tratto di strada potrebbe essere portato a termine nell´arco di 60 giorni dall´inizio dei lavori. Nostra segnalazione

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 2700  volte

You must be logged in to post a comment Login