fbpx
HomeArchivio Spettacolo e CulturaAlfredo Fiorini medico e testimone: una giornata di studio dedicata al missionario...
spot_img

Alfredo Fiorini medico e testimone: una giornata di studio dedicata al missionario comboniano di Terracina

Articolo Pubblicato il :

Una giornata di studio e di riflessione sul tema “Alfredo Fiorini medico e testimone”, si terrà a Latina nella Sala dell’ Università in Viale XXIV Maggio. L’appuntamento è per venerdì 30 settembre, alle 17, l’organizzazione è a cura del  Rotary Club Latina. Alfredo Fiorini è stato medico, poeta, missionario comboniano. E’ nato a Terracina ed è morto in Mozambico, poco prima di compiere 38 anni di età, assassinato da guerriglieri ribelli mentre faceva ritorno al suo lebbrosario.

PROGRAMMA

16.30 – Accoglienza

  • 17.00 – Introduzione Prof. Antonio Currà

    Il Presidente del Rotary Club Latina Prof Antonio Currà
  • S.E. Mons. Mariano Crociata, Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno
  • Prof. Carlo Della Rocca, Preside della Facoltà di Farmacia e Medicina
  • Dott. Damiano Coletta, Sindaco del Comune di Latina
  • Com. Guido Franceschetti, Governatore Distretto Rotary 2080
  • Presidente Igino Pernarella, Rotary Club Terracina-Fondi

17.10 – Proiezione Video “Alfredo Fiorini”

17.30 – Alfredo il medico: Dott. Antonio Carossi

17.45 – Alfredo il missionario: Padre Venanzio Milani

18.00 – Alfredo il poeta: Dott. Martina D’Onofrio

18.15 – L’Associazione Alfredo Fiorini: Avv. Pasquale Lattari

18.30 – Sapienza Università di Roma nell’Ospedale che porta il suo nome: Prof. Giuseppe Bersani

19.00 – Conclusioni e saluti

Latina – Il Rotary Club Latina, venerdì 30 Settembre alle 17, organizza una giornata di studio e di riflessione sul tema “Alfredo Fiorini medico e testimone”, che si terrà presso la Sala Conferenze del Polo Pontino – Università “Sapienza di Roma”, Viale XXIV Maggio. L’ iniziativa ha ricevuto il Patrocinio del Comune di Latina.

Autorevoli relatori e ospiti focalizzeranno l’impegno professionale ed umanitario di Alfredo Fiorini, medico e missionario comboniano. Porteranno un saluto il Com. Guido Franceschetti, Governatore Distretto Rotary 2080, il Prof. Carlo Della Rocca, Preside della Facoltà di Farmacia e Medicina, S.E.R. Mons. Mariano Crociata Vescovo di Latina-Terracina-Sezze-Priverno e il Sindaco di Latina Dott. Damiano Coletta.

I lavori vedranno gli interventi del Dott. Antonio Carossi, di Padre Venanzio Milani, della dott.ssa Martina D’Onofrio, dell’Avv. Pasquale Lattari e del Prof. Giuseppe Bersani.

Introdurrà e presiederà i lavori il Prof. Antonio Currà, Presidente del “Rotary Club Latina”.

«Alfredo Fiorini – evidenzia il Presidente del Rotary Antonio Currà – è una figura di grande respiro professionale ed umano. E’ stato medico, poeta, missionario comboniano. E’ nato a Terracina ed è morto a Muiravale in Mozambico, poco prima di compiere 38 anni di età, assassinato da guerriglieri ribelli mentre faceva ritorno al suo lebbrosario. A Terracina – continua Antonio Currà – l’ospedale del Presidio Centro della AUSL di Latina è a lui intitolato. Questo ospedale fa parte della rete formativa dei corsi di Laurea in Medicina e delle Professioni Sanitarie del Polo Pontino di Sapienza Università di Roma».

«Un sondaggio informale – puntualizza il Presidente del Rotary Currà –   ha rilevato che la figura di Alfredo Fiorini è ignota ai più, perfino nella provincia pontina. Dunque, il Rotary con tale iniziativa vuole accendere i riflettori su questa importante figura, esempio per molti giovani medici ed operatori sanitari, tenendo così fede a quelle che sono le prerogative del Rotary stesso, quale catalizzatore di conoscenza, creatore di opportunità, promotore di relazioni fra gli uomini. Nel caso di Alfredo Fiorini, si tratta di un uomo nel quale si manifestano concretamente qualità e virtù, ed alla cui azione i nostri giovani possono ispirare i propri atti e le proprie condotte».

Il Rotary è una rete globale di milioni di uomini e donne che credono in un mondo dove tutti i popoli, insieme, promuovono cambiamenti positivi e duraturi nelle comunità vicine, in quelle lontane, in ciascuno di noi. La presidenza del RC Latina di quest’anno rotariano ritiene che un modo per produrre tali cambiamenti sia quello di portare esempi in un tempo ed un mondo in cui regnano le parole. Impegno di questa Presidenza è portare il Rotary nella città, ed ispirare giovani e non più giovani ad avere impegno civile e visione.

Modera i lavori Ivan Simeone Direttore della CLAAI Assimprese Lazio Sud, la Confederazione Libere Associazioni Artigiane Italiane.  L’iniziativa vede l’adesione del “Rotary Club Terracina-Fondi”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE