fbpx
HomeArchivio Spettacolo e CulturaAprilia - In arrivo una Torre di 12 metri per il complesso...

Aprilia – In arrivo una Torre di 12 metri per il complesso edilizio in via Rossellini

Articolo Pubblicato il :

Una Torre dell’orologio ad Aprilia. In Commissione Urbanistica approda il progetto presentato dalla ditta Lazzarini. Si tratta di un nuovo monumento alto 12 metri che sarà realizzato all’interno di un nuovo complesso residenziale pensato dall’impresa edile Lazzarini e situato in via Rossellini, alle spalle del complesso TrentaStelle, nella zona di via Carroceto. Sulla punta della torre ci sarà anche un orologio. I commissari l’altra mattina hanno manifestato più di qualche perplessità sull’opportunità di realizzare l’opera: “Non capiamo – spiega Nello Romualdi – a cosa serva questa torre, che utilità c’è per la comunità. Non mi sembra una grande proposta. Spero che perlomeno si seguano tutte le regole urbanistiche previste”. “Vorremmo che si valuti attentamente questa iniziativa – ha detto il consigliere Vincenzo La Pegna – vogliamo capire se ci saranno costi per la collettività, quindi è bene chiarire che le spese per l’elettricità e l’installazione siano coperte interamente dal privato”. “La proposta – spiega invece l’assessore Franco Gabriele – non andrà in Consiglio Comunale, quindi ne discuteremo ancora nella prossima seduta di Giunta. Nella prossima riunione chiariremo l’aspetto legato alle spese di elettricità e del resto”. L’amministrazione comunale ha già chiesto a Lazzarini di apporre delle modifiche alla struttura: “E’ stato chiesto al privato di evitare colori sgargianti per il logo che sarà sistemato sulla torre – spiega Gabriele – ci sarà solo un gioco di luci ed ombre, dunque la grossa “L” che sarà realizzata sarà meno visibile. E’ stato chiesto anche di utilizzare dei mattoncini più chiari, il privato voleva utilizzare il colore rosso”. Alla base di questa richiesta, “la voglia – precisa l’assessore Gabriele – dell’imprenditore di lasciare un ricordo alla città, dedicandole un monumento che possa essere decorativo in un’area residenziale a ridosso della periferia”.

In aula si è discusso anche del nuovo regolamento per le canne fumarie e dei limiti per i muri di cinta nelle aree periferiche, che non potranno superare i due metri di altezza.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE