fbpx
HomeArchivio CronacaAPRILIA - Investito sulla ciclabile di via Toscanini. E' polemica: "Quella pista...
spot_img

APRILIA – Investito sulla ciclabile di via Toscanini. E’ polemica: “Quella pista è pericolosa, va modificata subito”

Articolo Pubblicato il :

Stava terminando l’allenamento ed era diretto verso casa tramite la pista ciclabile di via Toscanini, quando invece è stato preso in pieno da un’auto. Protagonista un ciclista di Aprilia rimasto ferito e soccorso dal 118. Per lui per fortuna non si sono registrate ferite gravi, ha riportato diverse contusioni e un grande spavento. Ma se la caverà con alcuni giorni di riposo e cure. Torna invece alla ribalta la polemica legata proprio alla pista ciclabile realizzata in via Toscanini dall’ex amministrazione Terra e che è stata al centro del dibattito politico anche durante la campagna elettorale conclusa da poco con pesanti critiche anche da parte dei cittadini. Il ciclista è uno degli iscritti dell’associazione Sguazzoni Aprilia Ciclismo presieduta da Fabrizio Maccotta, che segue circa 70 atleti. “L’incidente questa volta non ha avuto gravissime conseguenze – ha commentato Maccotta – ma noi da sempre diciamo che quella pista ciclabile, così com’è stata realizzata, è pericolosa e inutile. Vogliamo essere ascoltati, perché è giusto che chi va in bici possa sentirsi al sicuro. Una città come Aprilia merita di più”. Il ciclista apriliano stava rientrando a casa giovedì sera dopo un allenamento intenso, come al solito, aveva percorso un pezzo di strada e poi aveva imboccato la ciclabile quando invece la vettura – una Lancia Ypsilon – lo ha colpito facendolo rovinare a terra all’altezza di via Caltanissetta. L’automobilista si è subito fermato per prestare soccorso e poi ha lanciato la richiesta di intervento ai sanitari del 118. “I ciclisti sono obbligati per legge – spiega Maccotta – laddove sia presente una pista ciclabile a percorrere tale pista, proprio perché in teoria si tratterebbe di una misura di sicurezza a loro dedicata. Fa quindi rimanere senza parole quanto accaduto. Tutto è accaduto tranne che il ciclista sia stato tutelato da questa opera. Non vogliamo che venga rimossa anche perché sono stati spesi dei soldi pubblici per realizzarla – spiega ancora il presidente dell’Asd Sguazzoni Aprilia Ciclismo – vogliamo che si aprisse un confronto, magari soprattutto con chi ne usufruisce, per poterla migliorare e metterla in sicurezza”.  Su quella pista ciclabile si è detto davvero di tutto in campagna elettorale. L’intenzione di dotare la città di un percorso per la mobilità alternativa è lodevole, giusto ora che si prendano in considerazione gli errori eventualmente commessi nella realizzazione dell’opera per porvi rimedio il prima possibile. Ora l’amministrazione comunale guidata da Principi dovrà dare risposte

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE