APRILIA – Pubblicato il Bando del Premio Nazionale di Poesia “Masio Lauretti”. Scade il 28 Febbraio 2020.

Spettacolo e Cultura  

Pubblicato 06-11-2019 ore 11:47  Aggiornato: 07-11-2019 ore 12:35

E’ stato pubblicato il Bando del Premio Nazionale di Poesia “Masio Lauretti”, in ricordo dello storico medico di famiglia apriliano venuto a mancare nel 2001, e giunto alla sua quinta edizione. Il Premio è rivolto agli studenti delle scuole nazionali ed è promosso dall’associazione culturale “Sfera”, presieduta dalla Professoressa Franca Palmieri. La scadenza del bando è fissata per il 28 Febbraio 2020. La Cerimonia di Premiazione si terrà  poi in una sede istituzionale del Comune di Aprilia nel Maggio 2020.

Il premio “Masio Lauretti” è nato dall’esigenza di premiare i giovani che leggono, amano e scrivono poesie, ricordando la figura storica di un medico di base e ginecologo che si è prodigato per i malati della città di Aprilia per venticinque anni e in particolare dei giovani e degli anziani.

Qui il Bando: https://www.facebook.com/Premio-Masio-Lauretti

In Giuria, Beppe Costa, Presidente Onorario, poeta internazionale, scrittore, editore;  Antonella Rizzo, pedagogista, docente, poetessa; Francesca Barbaliscia, Assessora ai Servizi Sociali, Sanità, Pari opportunità del Comune di Aprilia, Elvis Martino, Assessore alla Pubblica Istruzione, Cultura, Politiche giovanili del Comune di Aprilia; Giada Lauretti, Medico Chirurgo, Neuropsichiatra infantile, Psicoterapeuta, Supervisore EMDR; Franca Palmieri, pedagogista, docente di Lettere, scrittrice. Nicolò D’Ignazio,Studente della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università La Sapienza di Roma. Segretaria del Premio, Sabina Battistuzzi, perito turistico e commerciante.         

Il Progetto, realizzato con impegno e dedizione da parte di un team organizzativo composto da giovani e adulti, ha dato ottimi risultati, ponendo la città di Aprilia all’attenzione di più di cento scuole italiane, come luogo promotore di cultura verso le nuove generazioni. L’obiettivo è quello di far emergere le sensibilità dei giovani studenti italiani, la creatività, la fantasia, l’immaginazione che possiedono prima che diventino definitivamente adulti, affinché non perdano la capacità di leggere, capire e scrivere in modo adeguato. In un mondo che volge sempre più alla violenza è fondamentale per loro ricordare le bellezze della vita come la poesia che, oltre a sviluppare l’espressività, aiuta a conoscere la parte buona presente in ogni essere umano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login