fbpx
HomeArchivio Spettacolo e Cultura“Aspettando Osmosi 2024…”, ad Aprilia eventi fino a questo sabato
spot_img

“Aspettando Osmosi 2024…”, ad Aprilia eventi fino a questo sabato

Articolo Pubblicato il :

Prosegue “Aspettando Osmosi 2024…”, la rassegna culturale organizzata dall’amministrazione comunale in collaborazione con la Pro Loco di Aprilia che si terrà fino al 1° Dicembre 2023 in attesa dell’appuntamento primaverile aperto alle associazioni e alle scuole del territorio. L’ottava edizione del festival delle culture verterà sul valore della comunità nelle sue diverse connessioni tra individuo e collettività, includendo focus sulla storia del territorio e sull’attualissimo argomento dell’intelligenza artificiale, tematica prescelta per l’apertura della manifestazione.

Il primo appuntamento già lunedì scorso presso l’ Aula consiliare Luigi Meddi in piazza Roma, con l’incontro sull’intelligenza artificiale tenuto dai docenti dell’Università degli studi Internazionali di Roma – UNINT. L’approfondimento sull’intelligenza artificiale è proseguito ieri alle ore 16:00 con la prof.ssa Marilena Ferraro che si occuperà delle connessioni tra Metaverso ed educazione scolastica presso la Sala Biblioteca Comunale Manzù.

Gli appuntamenti di “Aspettando Osmosi 2024…” continueranno il 29 novembre con un convegno sull’individuo e il territorio, con diversi ospiti presso la sala Teatro dell’IC Toscanini a partire dalle 18:00, e il 30 novembre verrà dedicata una serata alla storia del territorio apriliano all’interno della Sala Biblioteca Comunale Manzù, per terminare il 1 dicembre con concerto con il Quartetto Pessoa e al pianoforte Rossano Baldini in collaborazione con la nota Associazione Compositori Musica da film – ACMF presso il teatro Finestra alle ore 21.

“Osmosi – sottolinea l’assessore alla cultura Elvis Martino – è una manifestazione culturale particolarmente amata dalla città, perché pone in relazione il territorio con le principali novità culturali a livello nazionale e internazionale. La scelta di quest’anno, di puntare su un doppio appuntamento, nasce dalla volontà di garantire un maggior coinvolgimento delle scuole, delle associazioni e dei cittadini che in quanto comunità e come individui, rappresentano anche il tema cardine di questa edizione”.

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE