fbpx
HomeArchivio SportBocce/Serie A2, la marcia salvezza del Nuovo Grifone
spot_img

Bocce/Serie A2, la marcia salvezza del Nuovo Grifone

Articolo Pubblicato il :

Nuova pausa di campionato di Serie A2 di Bocce, specialità raffa. L’SBT Engineering Nuovo Grifone Latina riprenderà, per la sesta e penultima giornata del girone di andata, dal match interno con il Sant’Angelo – Città di Acri, in programma sabato 26 marzo dalle 14.30 al Bocciodromo di Borgo Sabotino.

Una crocevia da non fallire per i pontini, opposti alla formazione salernitana ultima in classifica, ancora ferma a quota zero. Oltre ad essere una diretta concorrente nella lotta salvezza, i tre punti in palio contro il Sant’Angelo consentirebbero di portarsi a metà di una classifica, in cui oltre alle leader Flaminio e Capitino (Isola del Liri), le altre sono più o meno sullo stesso livello, racchiuse in 3 punti.

Il regolamento in Serie A2 (l’SBT Engineering è inserito nel Girone 2 Centro Sud) prevede la retrocessione diretta delle ultime tre e i play out per la quart’ultima. Trattandosi di raggruppamenti ad otto squadre, la concorrenza è a dir poco agguerrita.

Nell’ultimo impegno di campionato il Nuovo Grifone ha pareggiato 4-4 sul bocciodromo di Sant’Erminio, in provincia di Perugia. Un risultato amaro, visto che gli ospiti erano in vantaggio per 3-1 nel primo turno, subendo poi la rimonta dei padroni di casa.

Molto bene i primi due set, vinti dalla terna (8-3, 8-2) dalla terna composta da Antonelli Testi ed Elia e Mattia Di Bernardo Gagliardi. A seguire una sconfitta ed una vittoria per Umberto Iaboni nell’individuale (4-8, 8-5). Nel secondo turno una vittoria ed una sconfitta (8-5, 1-8) per la coppia Antonelli Testi ed Elia Di Bernardo Gagliardi, mentre sono arrivate due sconfitte consecutive (8-1, 8-0) della coppia Umberto Iaboni e Massimiliano Angelucci, poi sostituito da Mattia Di Bernardo Gagliardi, che ha anche disputato l’ultimo set.

“Ci rimane il rimpianto di non aver vinto fuori casa – dichiara il vice presidente e giocatore Pompeo Porcelli – contro una squadra che come noi si deve salvare, ma nella seconda parte di gara loro sono stati più precisi di noi. Comunque non demordiamo, puntiamo a chiudere bene il girone di andata e sfruttare nel ritorno il fattore casalingo, potendo giocare quattro partite su sette sul nostro bocciodromo”.

 

 

 

 

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE