fbpx
HomeArchivio PoliticaBorghi Rurali: "A Casalazzara nessuna opera in arrivo"

Borghi Rurali: “A Casalazzara nessuna opera in arrivo”

Articolo Pubblicato il :

Siamo prossimi al ballottaggio, il comitato Borghi Rurali si astiene dal prendere posizione a favore di uno o dell’altro candidato, “però – spiegano gli attivisti – non possiamo esimerci dallo smentire informazioni inesatte, probabilmente frutto di un fraintendimento, pubblicate in una nota stampa de l’altra faccia della politica per mezzo dal consigliere uscente A. Zanlucchi sul sito http://www.aprilianews.it.

Vengono menzionate opere per la zona di Casalazzara non realizzate, in particolar modo riguardo alla realizzazione del depuratore all’interno del sito ex-yale, vi riportiamo un estratto dell’articolo: “…Dopo aver messo in porto il progetto per la realizzazione del depuratore e del primo tratto di rete fognante per un finanziamento accordato di 1.150.000,00 euro…”

Ci sembra strano che faccia riferimento a un progetto che ci risulta ancora in alto mare, che lui stesso ci ha detto in un incontro tra le altre cose anche registrato, di appoggiare le modifiche proposte dal comitato.

Tra l’altro in questo momento dove la regione ha finalmente riconosciuto l’estensione di protezione dell’area mineraria, tutelando un bene prezioso come l’acqua, non solo non possono essere realizzati depuratori, ma viene scongiurata qualsiasi attività potenzialmente inquinante.

Nell’articolo viene fatto riferimento alla sicurezza dei cittadini, ebbene i marciapiedi sono importanti opere compresa l’illuminazione, ma prima di spendere soldi e tempo perché non ripariamo i marciapiedi esistenti e vengano fatte funzionare le luci già installate ma non funzionanti da anni? (Puntualmente segnalate)

E vorremmo ricordare sempre in fatto di sicurezza, la strada via Apriliana una strada dissestata da anni, abbiamo chiesto con tanto di pec e a tutti gli incontri con l’amministrazione uscente, di ripararla. Non solo anche le richieste di realizzare dissuasori di velocità su queste strade densamente abitate è stata disattesa.

Confidiamo nel buon senso e in una rettifica all’articolo, ma soprattutto una maggiore partecipazione sui reali problemi della zona, collaborando fattivamente con il comitato, consorzi e associazioni che vivono nel territorio e per il territorio”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE