HomeArchivio SportCalcio, gli impegni del fine settimana del vivaio giovanile della Fc Aprilia.
spot_img

Calcio, gli impegni del fine settimana del vivaio giovanile della Fc Aprilia.

Articolo Pubblicato il :

Calcio, ecco gli impegni del fine settimana del vivaio giovanile della Fc Aprilia, a partire da quello nel campionato Juniores Regionale B:

la Juniores Regionale B è pronta a riprendere la marcia dopo la battuta d’arresto di sabato scorso. Il risultato, secondo l’analisi di Giulio Rallo, è stato viziato soprattutto da «episodi. Due gol, in pratica, ce li siamo fatti da soli. Abbiamo avuto delle situazioni sfavorevoli, ma ci siamo accorti anche in campo di essere un po’ lunghi. In questa settimana abbiamo lavorato su qualche accorgimento, prendendo la mano con la filosofia di mister Salvadori. Vogliamo ripartire subito, per ritrovare la strada che abbiamo percorso fino alla scorsa settimana. Questi inciampi devono essere di stimolo per fare ancora meglio».

La squadra, dunque, sta lavorando per assimilare i nuovi concetti portati da mister Gianmatteo Salvadori. Il cambio di allenatore è stato vissuto dallo spogliatoio principalmente con «dispiacere, perché comunque avevamo lavorato con mister Verardi fin dall’estate. Però sappiamo quanta esperienza abbia mister Salvadori, che conosce la mentalità e le ambizioni della società. Il feeling è stato subito buono, nello spogliatoio il clima è rimasto sereno».
Le parole di mister Antonio Verardi sul prossimo impegno del campionato Allievi Regionali di Eccellenza fascia B:

continua ad essere in salita la strada degli Allievi Regionali di Eccellenza fascia B che, nonostante l’arrivo in panchina di mister Antonio Verardi, hanno iniziato il girone di ritorno con una sconfitta. Il tecnico, però, ha intravisto dei buoni segnali da parte della squadra: «L’approccio alla partita è stato buono, così come l’applicazione dei pochi concetti che abbiamo potuto affrontare in questa prima settimana di lavoro insieme. La cosa mi lascia ben sperare: mantenendo lo stesso atteggiamento sia negli allenamenti che nelle prossime gare le cose cambieranno in fretta. Credo di aver capito quali corde toccare, quali sono gli aspetti su cui c’è bisogno di lavorare. Ma con ragazzi così giovani le dinamiche cambiano molto in fretta. L’importante è mantenere alta la concentrazione, anche da parte mia».

L’impressione è che un risultato positivo possa sbloccare definitivamente la squadra, ridandole quella fiducia che la classifica in questo momento nega. Ma mister Verardi è anche convinto che la salvezza passi da altri aspetti: «I ragazzi devono restare concentrati anche durante l’allenamento. Avere l’atteggiamento giusto e necessario per affrontare questa categoria non significa metterlo in campo solo il sabato. In settimana si deve allenare anche l’intensità. Il risultato darebbe una spinta ulteriore, ma lavorare in questo modo permetterà di seminare cose positive di cui si raccoglieranno i frutti da qui a fine stagione».

 

Le parole di mister Alberico Gallo sul prossimo impegno del campionato Giovanissimi Regionali di Eccellenza fascia B.

riparte i ciclo terribile dei Giovanissimi Regionali di Eccellenza fascia B, che nelle prossime settimane sfideranno tutte le prime della classe.

Una serie di impegni che i classe 2003 affronteranno con la consapevolezza di essere cresciuti rispetto al girone di andata: «Sabato scorso – afferma mister Alberico Gallo – abbiamo fatto una bellissima prestazione. Siamo scesi in campo nel modo giusto, mantenendo il controllo del pallone. Abbiamo sbagliato troppo in zona gol, concedendo due sole occasioni agli avversari. Che però sono stati bravi a capitalizzarle al meglio. Nella ripresa, poi, hanno deciso di mettersi tutti dietro a difendere il vantaggio, e per noi è stato impossibile recuperare. Stiamo tornando al completo dopo parecchio tempo, questo conterà molto in vista delle prossime partite. Giocheremo contro le prime quattro, ma siamo convinti di avere tutte le carte in regola per raggiungere l’obiettivo prefissato».

La salvezza è a portata, il distacco dalla zona rossa è di 4 punti. Ma il risultato più importante che mister Eugenio De Min ed il suo collaboratore Alberico Gallo inseguono è la crescita dei ragazzi. Un passaggio fondamentale per raggiungere questo obiettivo è imparare da quanto è successo nel girone di andata: «Con Carso e Lodigiani – ricorda mister Gallo – abbiamo fatto due grandi partite. Forse le migliori della stagione. Ma abbiamo perso per colpa di singoli episodi. In questo girone di ritorno speriamo che i ragazzi abbiano capito che l’attenzione è l’aspetto fondamentale in questo campionato. Il fatto di aver subìto sempre meno gol vuol dire che questo passaggio è stato compreso e messo in pratica sempre meglio».

 

Le parole di mister Raffaele Perna sul prossimo impegno del campionato Allievi Regionali:

reduci dal pareggio senza reti di domenica scorsa, gli Allievi Regionali si apprestano a tornare in campo sul terreno amico del “Centro Sportivo Primavera” contro il Divino Amore.

Dopo tre gare consecutive a segno, i ragazzi di mister Raffaele Perna si sono concessi una giornata di “pausa”. Forzata, in realtà, dalle condizioni in cui si è svolta la partita: «Non siamo abituati a giocare su campi in terra, la cosa evidentemente un pochino ci ha condizionati. Poi nella ripresa era difficile anche vedere cosa accadeva in campo. Abbiamo giocato il secondo tempo praticamente al buio. Io dalla panchina non riuscivo a vedere cosa accadeva in campo, quindi immagino che anche per i ragazzi sia stato difficile giocare. Ciò non toglie che abbiamo affrontato una buona squadra, ben organizzata. Un punto in casa della Virtus Nettuno lo prendo come un risultato positivo».

Un altro mattoncino, dunque, sull’ottimo campionato che le giovani rondinelle si stanno costruendo. Mister Perna, però, vuole tenere i piedi dei suoi ragazzi ben saldi a terra. La classifica si fa sempre più interessante, ma non è ancora arrivato il momento di guardarla: «L’obiettivo della squadra – ricorda il tecnico – è quello di fare un buon campionato. Non abbiamo mai parlato né di salvezza, né di vittoria. Finora stiamo mantenendo le aspettative, pensando domenica dopo domenica senza metterci addosso alcun tipo di pressione. Tra qualche settimana daremo uno sguardo alla graduatoria per vedere se potremo iniziare a ragionare in maniera diversa. Ma per ora guardiamo solo alla prossima giornata di campionato».

 

Le parole di mister Luis Pagliuca sul prossimo impegno del campionato Giovanissimi Regionali:

settimana importante per i Giovanissimi Regionali che, tra le tre squadre al vertice del girone, si trovano ad affrontare la sfida più difficile.

In casa del Sa.Ma.Gor., infatti, i classe 2002 di mister Luis Pagliuca cercheranno di tenere il ritmo di Albalonga e Sermoneta, impegnate su campi (almeno sulla carta,) più agevoli: «Dobbiamo tenere ben presente che non siamo primi – sottolinea il tecnico per tenere alta la tensione dei suoi -. A guardare la differenza reti siamo secondi, quindi non possiamo permetterci di sentirci già vincitori. La lotta a tre implica che al minimo errore le altre due ti staccano e recuperarle potrebbe non essere così facile. I ragazzi continuano ad allenarsi bene, mettendo in campo la giusta intensità. Abbiamo avuto dei cali, come è normale che sia quando si ha a che fare con ragazzi così giovani. Domenica scorsa, ad esempio, c’è voluta una strigliata negli spogliatoi per rivedere in campo la squadra che tutti conosciamo. L’importante è aver capito la lezione e metterla in pratica nelle prossime partite».

Una corsa a tre, dunque, che secondo mister Pagliuca non sarà decisa dagli scontri diretti. Saranno gli intrecci del calendario a decidere chi il prossimo anno giocherà nella categoria Élite. Perché, come ricorda il tecnico: «I punti li abbiamo persi con le piccole. A parte la sconfitta con il Sermoneta, infatti, abbiamo ottenuto due pareggi in gare che, in teoria avremmo dovuto vincere. Avremmo potuto creare un buco di 4 punti, e invece ci troviamo appaiati. La classifica si deciderà partita per partita. Prendiamo questa settimana: noi affrontiamo il Sa.Ma.Gor. mentre le due rivali hanno impegni sulla carta più facili del nostro. La prossima settimana, invece, sarà il contrario. Si è sempre sul filo del rasoio. Sbagliare una partita può essere decisivo».

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE