fbpx
HomeArchivio Altre NotizieCasette di benvenuto realizzate dal laboratorio d'arte del carcere di Latina per...
spot_img

Casette di benvenuto realizzate dal laboratorio d’arte del carcere di Latina per il progetto di solidarietà della First Cisl

Articolo Pubblicato il :

Il 12 dicembre scorso, nel pomeriggio,  si è tenuta presso la Casa Circondariale di Latina, una piccola cerimonia per la consegna dei Regali solidali 2023 destinati agli iscritti ed alle iscritte al sindacato First Cisl di Latina,   alla presenza del Segretario Generale della First Cisl di Latina Antonio Viola, della Direttrice della Casa Circondariale Dott.ssa Pia Paola Palmeri, del Responsabile dell’Area Giuridico Pedagogica dott. Rodolfo Craia, di Claudia Piccoli dell’associazione “Cocci e Coriandoli”, dell’artista Giuliana Bocconcello, dal 2013 volontaria e responsabile del  Laboratorio d’Arte dell’Istituto penitenziario, e del dott. Pietro Gava in rappresentanza della Caritas Diocesana di Latina.

Le casette di benvenuto realizzate  per il Progetto di solidarietà 2023 denominato  Benvenuti – Welcome, rappresentano per la First Cisl di Latina – spiega il segretario generale Antonio Viola – un’opportunità concreta per la reintegrazione sociale delle detenute e per questo sono grato, anche a nome dei dirigenti, degli iscritti e delle iscritte  che qui rappresento, all’associazione Cocci e Coriandoli ed alla Direttrice Dott.ssa Pia Paola  Palmeri per averci reso partecipi di questa concreta iniziativa, nonché al laboratorio artigianale che le ha realizzate.

Questo progetto è nato grazie alla sinergia ed alla ormai consolidata collaborazione tra La First Cisl di Latina e la Caritas diocesana, qui rappresentata dal Dott. Pietro Gava, con la quale da tempo è stata sviluppata una cooperazione anche per altre iniziative solidali, come ad esempio il microcredito sociale. Con l’occasione, anticipo che sono già in cantiere ulteriori progetti a livello formativo destinati alle giovani generazioni.” Così ha dichiarato il segretario generale della First Cisl di Latina Antonio Viola nel suo saluto durante la cerimonia.

“ L’inclusione e il recupero sociale non si improvvisano, richiedono energie, metodo e volontà concreta per dare seguito alle dichiarazioni di intenti .

Solo la collaborazione tra Istituzioni, unita alla valorizzazione dell’apporto fattivo del volontariato, può portare a risultati tangibili di concreta coesione sociale, che abbiamo poi il dovere di comunicare all’esterno delle nostre organizzazioni, per suscitare fiducia, per donare speranza a chi è in difficoltà, per generare opportunità di reinserimento nel lavoro a chi vuole ricostruirsi un futuro; ecco perché siamo qui oggi insieme, per questo progetto solidale” ha proseguito nel suo intervento il segretario Viola.

Rivolgendosi poi al gruppo di lavoro, coordinato da Giuliana Bocconcello (già dirigente sindacale Cisl ora in pensione) che ha realizzato gli oggetti in ceramica, Antonio Viola ha affermato ringraziandolo : “La casa simboleggia la vicinanza, l’intimità ed il rifugio che ci fa sentire protetti. A volte sono proprio i piccoli gesti a renderci migliori e a creare una società viva e solidale. Grazie per il vostro impegno. Grazie per il vostro lavoro.”

Nel concludere il suo intervento il segretario Viola ha ricordato il presidente dell’associazione Cocci e Coriandoli, Terenzo Ritarossi, purtroppo recentemente scomparso per un incidente stradale e, rivolgendosi a sua moglie, componente del Direttivo dell’associazione, Sig.ra Claudia Piccoli, ha espresso vicinanza alla sua famiglia, rinnovando profondo apprezzamento per l’operato dell’associazione.”

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE