fbpx
HomeAltre NotizieCome iniziare a guadagnare su YouTube

Come iniziare a guadagnare su YouTube

Articolo Pubblicato il :

La presenza online del pubblico italiano sta aumentando e, con essa, anche la fascia di età con un incremento di fruitori tra i 50 e 60 anni. Nel 2024 è stato calcolato un minuto di permanenza in più su internet rispetto all’anno scorso, con particolare attenzione alle notizie, shopping online e video. Per questo motivo uno dei social più gettonati è oggi YouTube. La scelta di visione su YouTube è vasta, si pensi che il dato attuale dichiara 51 milioni di canali di cui, però, solo 38 milioni sono attivi.

Uno degli elementi preponderanti per avere successo su questo social è la presenza di follower: si pensi infatti che per partecipare al programma di monetizzazione promosso da YouTube, bisogna avere almeno 1.000 follower. Questo implica studiare una stratega che incrementi organicamente la crescita e che sia affiancata da partner seri come Followerius per acquisire nuovi follower.

La domanda successiva è: si può guadagnare su YouTube? La riposta è affermativa. Ci sono youtuber che guadagnano cifre stratosferiche. Sono però pochi rispetto ai tanti: vediamo come s’incomincia.

Quando si inizia a monetizzare su YouTube?

Una delle fonti di guadagno su YouTube è la pubblicità. Per attivarla bisogna far parte del  programma monetizzazione di YouTube e avere le seguenti caratteristiche:

  • Almeno 1.000 follower;
  • Una base di  4.000 ore di visualizzazione negli ultimi 12 mesi;
  • Se si parla di short (sempre più frequenti) 10 milioni di visualizzazioni avvenute nel lasso degli ultimi 90 giorni.

Date queste premesse una delle fonti di guadagno arriva dalle pubblicità. Google AdSense retribuisce ogni youtuber, inserito nel programma monetizzazione, con il 68% dei guadagni che ricava dal suo video (la percentuale è stata alzata rispetto agli anni precedenti in cui era il 55%). La media ponderata calcolata è di circa 3,50 dollari ogni mille visualizzazioni.

Come creare un canale YouTube di successo?

Alcuni degli elementi alla base del successo di un canale su YouTube sono:

  • Una costante pubblicazione;
  • I contenuti devono essere interessanti;
  • A meno che non ci sia una specifica necessità, i video devono essere brevi (massimo 5 minuti);
  • La realizzazione deve essere curata a livello di  audio e immagini, però non si deve tralasciare l’aspetto empatico.

Come guadagnare su YouTube: strategie alternative

Se quello della pubblicità è uno dei metodi più conosciuti, in realtà ce ne sono altri che si possono mettere agevolmente in pratica e aggiungere all’introito pubblicitario.

Uno di questi è l’affiliazione marketing. Questa tecnica è utilizzata dai blog, da influencer, su TikTok, ma funziona molto bene anche su YouTube. In che cosa consiste?

Nel video si tratta di un argomento specifico legato a un tema (dalla nutrizione al lifestyle fino ai tutorial per il mondo digitale). Durante il video  si può proporre un prodotto o una serie di prodotti di cui si lascia il link per il possibile acquisto. Questa pratica è molto diffusa per i prodotti di tipo digitale (che di solito hanno una percentuale più alta di guadagno per l’affiliato).  C’è un accordo preliminare tra affiliato e vendor. Ci sono piattaforme come Amazon, ClickBank  e Awin, per citarne alcune, che sviluppano questa tipologia di business, apllicabile a YouTube.

Strategie usando direttamente le risorse di YouTube: come fare

Per chi pubblica costantemente, ma soprattutto abbia già un certo seguito, è possibile creare una sezione abbonamenti Su YouTube. Si possono creare più fasce di abbonamento: la soluzione più diffusa è creare una versione più economica e una premium. L’abbonato riceve dei plus rispetto a chi non lo è. Questo vuol dire creare video di approfondimento ad hoc, contenuti inediti e interagire con i propri follower.

Da qualche anno YouTube ha anche aggiunto delle funzionalità per incrementare la relazione con i propri follower (che è uno degli aspetti fondamentali per un canale in crescita). Per i creatori di video sono possibili le dirette, che hanno i commenti in live. La Super Chat permette di evidenziare, da parte di un follower, il proprio messaggio, in maniera che venga visto dal creator.

Analogamente i Super Stickers, sono degli sticker ed emoticon per far sentire più coinvolto il follower, che paga per questo. Un’altra opzione è il Super Grazie ovvero un adesivo di ringraziamento che si può applicare sia ai video che agli short, da parte del follower, per sostenere il creator. Il follower può decidere di investire cifre diverse per questo, tutto a guadagno del creator.

Il social che conquista

YouTube si conferma quindi un social con varie potenzialità di successo e guadagno: alla base sta sempre il fatto che i contenuti possano dare qualcosa a chi li segue, dall’intrattenere a istruzioni in tutti i settori possibili. La continuità deve avere uno storytelling coerente e al contempo coinvolgente. Una volta stabilita la qualità dei messaggi e dei contenuti, la strategia comunicativa e di racconto, guadagnare è una conseguenza.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE