fbpx
HomeArchivio PoliticaDai Giovani Democratici di Aprilia la proposta di una pista pedonale in...
spot_img

Dai Giovani Democratici di Aprilia la proposta di una pista pedonale in Viale Europa.

Articolo Pubblicato il :

Dai Giovani Democratici di Aprilia arriva la proposta di realizzata una pista pedonale in Viale Europa, per consentire ai sempre più numerosi atleti della città di svolgere con la massima sicurezza l’attività fisica della corsa. “All’amministrazione comunale – spiega il segretario dei Giovani Democratici, Antonino Carboni – proponiamo di avviare da subito un percorso che possa portare, compatibilmente con le risorse disponibili, alla realizzazione di una pista pedonale, accompagnata dai massimi standard di sicurezza”.

“L’idea è quella di realizzare un’area attrezzata per consentire ai sempre più numerosi atleti della nostra città di svolgere con la massima sicurezza l’attività fisica della corsa, zona che potrebbe essere individuata nella sempre più frequentata Viale Europa che, per l’ampiezza delle sue carregiate, si presta naturalmente allo svolgimento della corsa podistica”.

Accanto a questo intervento i Giovani Democratici di Aprilia, in una prospettiva più ampia, chiedono il “rispetto della normativa statale in tema di realizzazione di piste pedociclabili indispensabili per favorire la mobilità pedonale e ciclistica. La realizzazione degli itinerari ciclabili – spiega Antonino Carbone – presuppone come imposto dalla Legge 366/1998 la predisposizione del “Piano della Rete degli Itinerari Ciclabili” nel quale devono essere previsti gli interventi da realizzare comprensivo dei dati sui flussi ciclistici, delle lunghezze dei tracciati, della stima economica di spesa e di una motivata scala di priorità e dei tempi di realizzazione.

Accanto a questo obbligo non assolto dal Comune di Aprilia, che ad oggi non ha ancora provveduto ad approvare questo importante piano di programmazione, – proseguono i Giovani Democratici – è indispensabile assicurare il rispetto di quanto imposto dal Decreto Legislativo Il Decreto Legislativo 30 aprile 1992 (Nuovo Codice della Strada) che al fine di promuovere la pedonalità e la ciclabilità pone a carico degli enti locali specifici obblighi infrastrutturali e finanziari.

In particolare nelle strade di nuova costruzione devono essere previsti obbligatoriamente la realizzazione di una pista ciclabile e nel caso di manutenzione straordinaria delle sedi stradali i progetti devono prevederne la realizzabilità. Infine, una quota dei proventi derivanti dalle sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni previste dal codice della strada sono destinati, tra le altre, ad interventi a favore della mobilità ciclistica. Promuovere la mobilità sostenibile per migliorare la nostra città è un passaggio fondamentale per i Giovani Democratici di Aprilia”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE