Danni all’agricoltura causati dal gelo: summit in Comune a Cisterna.

Altre Notizie  

Pubblicato 28-04-2017 ore 11:42  Aggiornato: 29-04-2017 ore 12:56

Danni all’agricoltura causati dal gelo: summit ieri in Comune a Cisterna tra amministratori, coltivatori ed organizzazioni di categoria per far fronte ai gravi danni alla produzione causati dalle gelate notturne dei giorni scorsi. La priorità emersa è stata quella di convogliare tutte le denunce dei produttori danneggiati. La Regione Lazio verrà sollecitata affinché inoltri al Ministero, entro i termini previsti, la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale.

Nella sala giunta del Comune di Cisterna, ieri si è tenuta la riunione convocata con urgenza dal sindaco Eleonora Della Penna e dall’assessore alle Politiche Agricole del Comune di Cisterna Claudio Chinatti, finalizzata all’avvio di ogni attività di sostegno possibile rivolta agli agricoltori locali colpiti dagli eventi calamitosi verificatisi tra il 19 ed il 22 aprile scorsi.

Fenomeni climatici straordinari che hanno provocato ingentissimi danni alle produzioni agricole, soprattutto a kiwi e vigneti, dell’area centro-nord della provincia di Latina.

Oltre al sindaco Della Penna e all’assessore Chinatti, alla riunione hanno partecipato le massime responsabilità provinciali delle organizzazioni agricole Coldiretti (Crocetti), Confagricoltura (Lesti) e Confederazione Italiana Agricoltori (Perfili), oltre ad una rappresentanza di Aspalazio (Giammatteo) e delle organizzazioni professionali del settore.

Sono intervenuti anche i rappresentanti dei comuni di Sermoneta (il vice sindaco Giuseppina Giovannoli) e Velletri (l’assessore all’Agricoltura Orlando Pocci), nonché il delegato dell’Area Decentrata di Latina del Dipartimento Agricoltura della Regione Lazio (Luigi Bruschi).

La priorità emersa già in apertura di discussione è stata quella di convogliare tutte le denunce dei produttori danneggiati. Le Organizzazioni dei Produttori e gli Enti Locali, ognuno per la sua parte ma in sinergia, promuoveranno la massima diffusione delle informazioni anche attraverso i portali web istituzionali.

Altro obiettivo immediato è quello di sollecitare la Regione Lazio affinché inoltri al Ministero, entro i termini previsti, la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità naturale. Un riconoscimento questo, necessario anche all’attivazione di tutte le altre agevolazioni a favore del settore e delle imprese danneggiate come ad esempio gli sgravi della contribuzione previdenziale,   fiscale e sui carburanti agricoli.

L’assemblea ha condiviso anche la decisione di rendere permanente il “tavolo di confronto per le attività agricole” attivato di fatto questa mattina, rendendolo partecipato anche dall’Amministrazione Provinciale e dagli altri enti locali interessati oggi non presenti.

Il sindaco di Cisterna, anche nelle sue funzioni di presidente della Provincia, si è impegnata dunque a produrre una piattaforma complessiva che racchiuda i problemi del settore agricolo locale costituita da quanto emerso nell’incontro odierno e da quelli che seguiranno. Un insieme di punti che, una volta condivisi dal tavolo permanente, saranno portati all’approvazione dei Consigli Comunali e del Consiglio Provinciale diventando anche il riferimento per un successivo confronto con la Regione Lazio ed il Governo nazionale.

In allegato al comunicato il modello di denuncia di calamità da inviare all’indirizzo di posta certificata adalatina@regione.lazio.legalmail.it

L’ufficio Agricoltura/UMA del Comune di Cisterna sarà a disposizione degli utenti per l’invio delle richieste.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 1029  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login