fbpx
HomeArchivio Altre NotizieDidattica digitale all’Istituto Comprensivo "Antonio Gramsci" di Aprilia.
spot_img

Didattica digitale all’Istituto Comprensivo “Antonio Gramsci” di Aprilia.

Articolo Pubblicato il :

Didattica digitale all’Istituto Comprensivo “Gramsci” di Aprilia. I docenti della scuola primaria e della secondaria hanno iniziato ad utilizzare la piattaforma di eLearning “Fidenia” per gestire e creare classi virtuali, inserire e condividere materiali didattici, video-lezioni, compiti, verifiche ed anche approfondimenti. Il progetto è iniziato tre anni fa con i docenti del dipartimento di lingue; da quest’anno la piattaforma eLearning Fidenia è entrata a pieno regime in quasi tutte le classi.

“Da tre anni i docenti del dipartimento di lingue stanno utilizzando la piattaforma Pearson per la creazione di classi virtuali e la somministrazione di compiti e verifiche. – spiega con una nota l’Istituto – Dallo scorso anno in via sperimentale e da quest’anno a pieno regime la piattaforma eLearning Fidenia entra in quasi tutte le classi grazie al coinvolgimento dei docenti della Primaria e della Secondaria che hanno partecipato ad un corso di formazione interamente dedicato alla piattaforma e ai suoi strumenti interni ed esterni.

L’Istituto “Gramsci” ha aderito alla piattaforma Fidenia perché è un progetto interamente italiano, ha un layout facile e familiare ai giovani in quanto riprende molto le caratteristiche di Facebook.

Inoltre Fidenia è una piattaforma digitale interamente dedicata al mondo della scuola. Si definisce come “social learning”, vale a dire un portale che permette da un lato di svolgere attività didattiche digitali, dall’altro di comunicare in maniera “social” con gli altri utenti.

Il docente ha pieno controllo sulle attività dei suoi studenti: Fidenia infatti intende essere un ambiente social ma protetto allo stesso tempo, in cui i professori e gli studenti si incontrano in tutta sicurezza, lasciando fuori dalle porte della “classe digitale” tutto ciò che è estraneo ai fini didattici del portale.

Iscrivendosi a corsi e gruppi tramite codice, gli studenti sono in contatto e condividono informazioni esclusivamente con i propri docenti e con gli altri studenti iscritti al medesimo corso o gruppo. In questo modo, l’inserimento della tecnologia nel contesto scolastico si accompagna ad una corretta consapevolezza all’utilizzo sicuro della rete.

Le tecnologie digitali intervengono a supporto di tutte le dimensioni delle competenze trasversali (cognitiva, operativa, relazionale, metacognitiva).

La competenza digitale è ritenuta, inoltre, dall’Unione Europea competenza chiave, per la sua importanza e pervasività nel mondo d’oggi, è una competenza trasversale che porta alunno ad acquisire la propria cittadinanza digitale.

Il possesso delle competenze digitali è inquadrato come condizione essenziale per l’esercizio attivo della cittadinanza (digitale).

In quest’ottica l’Istituto Comprensivo “A.Gramsci” intende innovare il modo di fare didattica andando oltre il semplice equipaggiare le classi con delle LIM o altri device. L’Istituto “A. Gramsci” è stato il primo ad Aprilia ad aver installato le Lavagne Interattive multimediali e ad oggi ne ha 9 nelle varie classi oltre ad un proiettore mobile collegato ad un tablet alla Secondaria, 15 alla Primaria e una all’Infanzia.

Inoltre la sede centrale dell’Istituto ha rinnovato l’aula informatica con 27 postazioni computer nuovi di ultima generazione.

In alcune classi gli insegnanti stanno adattando una metodologia didattica innovativa, la Flipped Classroom (Classe capovolta), dove i ragazzi sono protagonisti attivi dell’apprendimento in classe con la guida dell’insegnante e a casa, grazie alle tecnologie, hanno la possibilità di studiare tramite video lezioni e materiale multimediale. I bambini della scuola dell’Infanzia, infine, stanno sperimentando le nuove tecnologie in modo creativo con percorsi adeguati alla loro età.

Senza trascurare l’importanza del libro, la didattica deve sempre più confrontarsi con l’uso proattivo dei nuovi media che porta allo sviluppo di cultura”.

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE