Guerra sui manifesti ad Aprilia tra segnalazioni e mancati controlli

Archivio Politica  

Pubblicato 04-06-2018 ore 11:04  Aggiornato: 11-06-2018 ore 10:58

E’ guerra sui manifesti elettorali ad Aprilia. La prima a sollevare la polemica è la candidata sindaco Carmen Porcelli che ha segnalato alcune presunte irregolarità: “Comunico che la sottoscritta Carmen Porcelli, candidata a sindaco nel Comune di Aprilia, ha provveduto a segnalare presso le Forze dell’Ordine la violazione del Protocollo d’intesa siglato in Prefettura per il rispetto del regolare svolgimento delle elezioni amministrative da parte del candidato al consiglio comunale, con la lista Aprilia Valore Comune, Mirko Marino che copre illegittimamente i manifesti che sono stati attaccati negli spazi assegnati alla mia coalizione”. Dopo lo scontro per la firma nelle liste si passa allo scontro sulle plance comunali dedicate alle affissioni dei manifesti. “Ho provveduto inoltre a segnalare Marino, che sostiene il candidato a sindaco maresciallo dell’Arma dei carabinieri Domenico Vulcano, poiché in questi giorni ha tappezzato con suoi manifesti e cartelloni pubblicitari spazi elettorali non consentiti e facendo affiggere cartelloni completamente abusivi. Comunico inoltre, anche al candidato sindaco maresciallo Vulcano che garantisce sempre i propri candidati soprattutto di fronte la legge, che a questo punto formalizzerò denuncia anche per la doppia candidatura del Marino fornendo ampia facoltà di prova e chiedendo la perizia calligrafica. Mi auguro che il maresciallo Vulcano richiami all’ordine il suo candidato consigliere: questo comportamento, a partire dalla doppia candidatura per arrivare alla copertura illegittima dei miei manifesti, rivela che da parte di quel candidato venga perpetrato un atteggiamento volutamente lesivo della mia persona e della campagna elettorale della mia coalizione, la cui giusta soluzione troverà sede nelle aule di tribunale. Un’ultima osservazione: chi non ha scrupoli a prevaricare chi rispetta le regole della campagna elettorale, potrà mai avere rispetto dei cittadini? Credo proprio di no”.

Pronta la risposta del centrodestra: “Polemizzare per dei manifesti coperti per cercare un minimo di visibilità. – dice il consigliere comunale Vincenzo La Pegna di Aprilia Valore Comune rispondendo alle critiche del candidato sindaco Carmen Porcelli – Purtroppo, aggiunge La Pegna, assistiamo a continue coperture di manifesti. Una prassi, se pur sbagliata, alla quale abbiamo sempre assistito. Trovo risibile il tentativo della signora Porcelli di utilizzare questo tema per farsi campagna elettorale. La plancia in oggetto delle sue accuse nelle ultimi dieci ore è stata coperta e ricoperta da diversi candidati. Prendersela solo con Marino è risibile. Inoltre invece di minacciare denunce formalizzasse quanto dichiarato a mezzo stampa. In giro abbiamo notato manifesti fuori dagli spazi di ogni colore, anche della candidata Porcelli, quindi invitiamo tutti ad una campagna elettorale serena, certamente anche al rispetto degli spazi e delle altrui affissioni ma nel contempo invitiamo ad evitare minacce di ogni tipo. Inoltre Aprilia Valore Comune ribadisce che il candidato Marino ha avuto il semaforo verde dalla Commissione elettorale. Spero che quanto ribadisca chiuda la vicenda ed eviti inutili speculazioni in cerca di visibilità”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto1322 volte

Notizie Correlate

Condividi

You must be logged in to post a comment Login