fbpx
HomeArchivio PoliticaIncontro tra il candidato sindaco di Latina del centrosinistra Damiano Coletta ed...

Incontro tra il candidato sindaco di Latina del centrosinistra Damiano Coletta ed il prefetto Maurizio Falco.

Articolo Pubblicato il :

Incontro ieri tra il candidato sindaco di Latina del centrosinistra, Damiano Coletta, ed il prefetto Maurizio Falco. E’ stata l’occasione per parlare della città ma anche della macchina organizzativa delle imminenti elezioni amministrative, con l’auspicio di superare le criticità che si sono registrate nelle passate tornate elettorali. Ed il candidato sindaco è intervenuto ieri anche all’incontro con l’Ater e l’associazione Quartieri connessi, per fare il punto sul progetto “A Gonfie Vele”, finanziato per 17 milioni di euro con fondi del Pnrr.

“Ho avuto il piacere di incontrare il prefetto Falco – ha dichiarato il candidato Damiano Coletta – al quale ho rinnovato la mia stima per il lavoro svolto sul territorio e per la vicinanza che non ha mai fatto mancare durante le passate amministrazioni. Un’occasione – ha aggiunto Coletta – anche per ringraziarlo del rapporto che durante la mia attività di sindaco si è instaurato anche nella gestione di momenti di particolare criticità, come quello dell’emergenza legata alla pandemia. Abbiamo sempre lavorato in un’ottica di leale sinergia istituzionale, con spirito fattivo, grande capacità di collaborazione e rispetto reciproco”.

Ed il candidato sindaco di Latina è intervenuto ieri anche all’incontro con l’Ater e l’associazione Quartieri connessi, per discutere sul progetto “A Gonfie Vele”. L’iniziativa si è tenuta presso il parco di via Cherubini in Q4, insieme al presidente dell’Ater Marco Fioravante.

L’incontro è stato l’occasione per fare il punto sul progetto “A Gonfie Vele”, finanziato per 17 milioni di euro nell’ambito del programma “Qualità dell’abitare”, con fondi del Pnrr. Un progetto che cambierà radicalmente il volto del quartiere dove si trovano i palazzoni delle “vele” e lo stabile abbandonato dell’ex Icos, tra viale Le Corbusier e via Pierluigi Nervi, nato da Ater e Comune di Latina, in qualità rispettivamente di soggetto proponente e soggetto attuatore.

“Tutto ciò che oggi comincia a germogliare nella città è stato seminato nella passata amministrazione – dichiara Coletta – Nel 2021 presentammo per la prima volta questo ambizioso programma che ci ha visto lavorare accanto all’Ater per offrire alla città un’occasione di rilancio importante sotto molti punti di vista. Voglio ricordare infatti che questa non è solo la riqualificazione di un quartiere sul piano edilizio, con l’abbattimento dello scheletro di un edificio che da decenni rappresenta il biglietto da visita della città per chi percorre quel tratto della Pontina, ma è soprattutto un piano di rigenerazione urbana che risponde ai valori su cui da sempre, come amministrazione, abbiamo puntato e continueremo a puntare in futuro: inclusione sociale e sostenibilità ambientale. E’ un progetto dunque che risponde all’esigenza dei cittadini di riappropriarsi di spazi pubblici e servizi, che ridisegna nuovi modelli dell’abitare e al contempo costruisce connessioni con altre zone della città, attraverso spazi verdi e di socializzazione, servizi, piste ciclo-pedonali, centri sociali, luoghi di cultura, presidi di sicurezza. Con questo progetto Latina pensa in grande: tra la ricostruzione dell’ex Icos e gli interventi sui lotti interessati, l’operazione di rigenerazione riguarderà 13mila mq di superficie. Ora il progetto arriva a definizione, con un nuovo bando di gara per l’aggiudicazione dei lavori. A tutto questo – spiega ancora il candidato sindaco – si aggiungono gli interventi programmati, sempre con l’Ater, sul quartiere Nicolosi e quelli che invece riguardano il Parco Falcone e Borsellino e gli impianti sportivi dei quartieri Q4 e Q5”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE