fbpx
HomeArchivio CronacaInvestito da un’auto pirata e lasciato morire a terra senza soccorsi: Velletri...
spot_img

Investito da un’auto pirata e lasciato morire a terra senza soccorsi: Velletri piange la morte di Roberto Tesseri, detto “O’ Bocco”.

Articolo Pubblicato il :

Investito da un’auto pirata e lasciato morire a terra senza soccorsi: Velletri questa mattina piange la morte di Roberto Tesseri, detto “O’ Bocco”, un 68enne che viveva in strada e trovava riparo nel cimitero e che era conosciuto e ben voluto da tutti in città.  La notizia del suo investimento è stata confermata dal Sindaco, Orlando Pocci.

La notte scorsa – era circa mezzanotte – un vigilantes ha ritrovato il corpo di Roberto Tesseri in strada, tra via Ariana e via San Biagio, proprio vicino al cimitero; sono stati immediatamente allertati i Carabinieri che si sono portati sul posto assieme al 118. Purtroppo non c’è stato nulla da fare.

Pare che Roberto Tesseri sia stato investito senza ricevere soccorso. Ora, si indaga per risalire all’auto pirata. Verranno vagliate le telecamere di videosorveglianza installate nella zona dove è avvenuto l’investimento.

“I Carabinieri mi hanno confermato l’incidente e la morte di Roberto Tesseri – ha scritto il Sindaco Pocci – che tutti noi conosciamo amichevolmente come “Bocco”. Nel posto pubblicato dal primo cittadino c’è una foto stata scattata pochi giorni fa: “era solito salire in Comune per un saluto. – racconta il Sindaco – Sono certo che la comunità lo piange e tutti noi lo ricordiamo con grande affetto. Che la terra ti sia lieve fragile Roberto”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE