L’Asd Podistica Aprilia alla 100 km da Firenze a Faenza

Archivio Sport  

Pubblicato 27-05-2019 ore 11:56  Aggiornato: 03-06-2019 ore 09:56

Da Firenze a Faenza. 100 km di percorso impegnativo per la pendenza…punto più alto Passo di Colla 923 m…si corre di giorno, di notte, sotto la pioggia, con il sole o il vento.  È il Passatore. Non importa perché si decida di prendere parte ad una gara così impegnativa ma comunque, qualunque sia la motivazione, è sicuramente una sfida contro sé stessi e i propri limiti, contro quei fantasmi del passato o le ombre del presente che cercano quotidianamente di fermarci o ostacolarci e attraverso la corsa vogliamo sconfiggere. Tante le emozioni, ogni km portato a termine rappresenta una battaglia vinta e non importa più il tempo che ci si impiega ma sono le lacrime agli occhi di  chi taglia il traguardo e dice: ce l’ho fatta!

Quest’anno alle 15:00 c’erano oltre 3000  persone a Firenze per la partenza di una gara epocale. Tra di loro, i nostri amici  podisti della ASD Podistica Aprilia. Gabriele Lilli, ultramaratoneta esperto, e Silvia Cannata al suo esordio nel mondo delle ultramaratone.

Gabriele Lilli, fantastico anche quest’anno migliora la sua performance e chiude in 11 h 48′. Gabriele Lilli è un atleta evoluto che riesce con determinazione e umiltà a correre in ogni condizione e le prove di endurance sono sicuramente la sua dimensione.

Queste le sue parole a caldo in un messaggio al nostro presidente:

“Da poco finito il Passatore. Ho fatto una grande gara. Testa, cuore,  umiltà. Allenamenti degli ultimi due mesi pesantissimi, con annesse gare. Ma hanno dato i loro frutti. Passo della Colla 5h:29’, chiusa in 11h:49’. Circa 45’ in meno dello scorso anno. Forse potevo fare meno. Ma ho vissuto con relax i ristori. Qui ho corso sempre: velocità media 8.6 km/h. Dopo tre mesi di infortuni, è stato un miracolo. I primi tre mesi dell’anno con l’infortunio e solo allenamenti corti. Le emozioni di queste gara, sono il primo elemento da gestire. Parti già cotto. È la super gara.”

Questo messaggio esprime da sé i mille sentimenti che racchiude la gara…purtroppo è anche una gara che non perdona e lo sa bene la nostra Silvia fermata al 60° km da un malore improvviso che l’ha costretta al ritiro causa un abbassamento di pressione…anche lei sempre in contatto con i compagni di squadra scrive appena si riprende:

“Sono a Faenza, ho fatto una flebo, la pressione era molto bassa e mi hanno tenuta un paio d’ore sul lettino… Ora sto meglio, delusa per non averla finita… non ne avevo davvero più…. forse colpa dall’avere mangiato molto poco in questi ultimi giorni…. la gara è durissima, è piovuto per molti km e il buio della notte è una prova molto difficile… tra le montagne, nel nulla… quest’anno mi sono fermata a Marradi…”

Oltre il dolore fisico è ancora più dolorosa la delusione di non averla finita…ma noi siamo stati tutti con loro e abbiamo tifato e ci siamo entusiasmati ogni passaggio. E non importa come sia finita l’importante è sapere che i nostri amici comunque ce l’hanno fatta. Grazie mille Gabriele, grazie Silvia.

La ASD Podistica Aprilia è orgogliosa di voi!

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Condividi

You must be logged in to post a comment Login