fbpx
HomeArchivio PoliticaLatina - E intanto i pesci stanno a morire. Incontro in Comune...
spot_img

Latina – E intanto i pesci stanno a morire. Incontro in Comune con le associazioni per il Parco San Marco

Articolo Pubblicato il :

Una situazione intollerabile, dal punto di vista igienico, sanitario, estetico e civile. Continua la moria di pesci nel laghetto del Parco San Marco. E i pesci morti rimangono lì, in putrefazione, nell’acqua torbida dove nuotano i germani reali.

Questa mattina in Comune si è tenuta una riunione tra la sindaca Matilde Celentano, l’assessore Massimiliano Carnevale e i referenti di 19 associazioni per trovare una soluzione condivisa per il laghetto del Parco San Marco.

Come più volte dichiarato – ha esordito la prima cittadina – l’intenzione di questa amministrazione è quello di condividere con cittadini e associazioni le problematiche che riguardano la città. In quest’occasione, in particolare, l’obiettivo dell’amministrazione delle associazioni è lo stesso: trovare la soluzione migliore per l’area dove ad oggi sorge il laghetto del Parco San Marco. La soluzione migliore perché il parco resti un luogo d’incontro per famiglie e bambini e per offrire la vita migliore ad animali e piante”.

La riunione di oggi – ha dichiarato Carnevale – è stata proficua perché sono state presentate proposte che sono ora all’attenzione degli uffici. Nei giorni scorsi, intanto, il Comune di Latina ha pubblicato una determina con impegno di spesa per la riparazione della pompa di alimentazione dell’impianto di irrigazione del Parco San Marco. Come comunicato ai referenti delle associazioni, l’intervento si svolgerà nel giro di qualche giorno. Consiste nella riparazione della valvola, nella sostituzione delle guarnizioni e del filtro sabbia e nella verifica della tenuta. Per quanto importante, non è risolutivo per il ripristino e il miglioramento dello stato dei luoghi: si passerà poi alla successiva opera di pulizia del laghetto per il quale sono al vaglio più soluzioni. La riunione di questa mattina – ha continuato l’assessore – è stata anche l’occasione per illustrare quanto emerso dal sopralluogo al parco San Marco effettuato dalla Forestale e per condividere la necessità di mantenere sul posto le specie animali e vegetali autoctone, come ad esempio i germani reali, e di spostare le specie aliene, come ad esempio le tartarughe americane, che possono creare danni all’ecosistema”.

È intenzione dell’amministrazione, dopo un’analisi delle possibili soluzioni per pulire il laghetto del parco San Marco da effettuare con i tecnici, confrontarsi nuovamente con le associazioni.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE