“Libere Dolcezze”, la merendina realizzata dai ragazzi dell’Istituto penale per minori di Casal del Marmo.

Archivio Altre Notizie  

Pubblicato 14-11-2017 ore 09:33  Aggiornato: 21-11-2017 ore 09:23

foto Ansa

“Libere Dolcezze”: è il nome della merendina inventata e realizzata dai ragazzi dell’Istituto penale per minorenni di Casal del Marmo, a Roma, nell’ambito di un progetto in collaborazione con la Asl Roma1. “Libere dolcezze” ed è il coronamento di un corso di pasticceria che ha coinvolto alcuni giovani del Lazio detenuti del carcere per cinque mesi. Alla presentazione del dolce, ieri nella palestra del carcere, c’era anche il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il direttore generale della Asl, Angelo Tanese, ed il capo dipartimento Giustizia Minorile, Gemma Tuccillo.

Al momento il dolce si può comprare solo in una edicola nei pressi del Colosseo, a Roma, ma si pensa a coinvolgere nella distribuzione anche alcuni ospedali romani.

“Siamo con voi al cento per cento. – ha commentato il Governatore Zingaretti – Questa non è una semplice merendina e non tutte le merendine fanno male. Questa ad esempio fa del bene. Perché? Perché viene preparata e confezionata dai ragazzi di un istituto penitenziario minorile di Roma. Diamo un’opportunità a questi ragazzi di riscattarsi e di essere utili, imparando un mestiere e rendendo vive le loro giornate di detenzione. Chi ha commesso un reato e si trova in carcere deve uscirne migliorato e non peggiorato”.

Soddisfatti e commossi i ragazzi, che ora sognano una volta fuori, di continuare nell’arte della pasticceria: “E’ stato bellissimo, quando abbiamo iniziato non pensavo che saremmo arrivati qui”.

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA    

Letto 344  volte

Notizie Correlate

You must be logged in to post a comment Login