fbpx
HomeArchivio Altre NotizieMercati sospesi a Minturno, protesta l'Associazione degli Ambulanti
spot_img

Mercati sospesi a Minturno, protesta l’Associazione degli Ambulanti

Articolo Pubblicato il :

Si porta a conoscenza che nella giornata di oggi il Segretario Nazionale ANA, Marrigo Rosato, ha chiesto formalmente al Prefetto di Latina, Dott.ssa Maria Rosa Trio, di sospendere la Ordinanza n. 23 del 2 marzo u.s. con la quale il Sindaco di Minturno ha sospeso i mercati cittadini nelle giornate del 4 e 7 marzo pp.vv.

“Sebbene comprendiamo  le motivazioni del Sindaco Stefanelli, – dice l’Ana – facciamo rilevare che l’Ordinanza colpisce un solo segmento del sistema di approvvigionamento lasciando libere le attività di Medie e Grandi Strutture di Vendita che esercitano la loro attività indisturbate, peraltro in luoghi chiusi, generando assembramenti di persone.

In generale rileviamo che nelle azioni di contenimento e contrasto al Virus COVID-19 l’Ordinanza del Sindaco di Minturno contrasta con il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri, Giuseppe Conte, emanato il 2 marzo u.s. CHE NON PRESCRIVE la chiusura dei mercati NEANCHE nelle Regioni di cui agli allegati 2 e 3 del DPCM.

Misure particolarmente restrittive sono previste solo in alcuni Comuni della Lombardia ed in alcune Province della stessa Regione.

Ma nelle Regioni già fortemente colpite dal Virus come il Veneto, l’Emilia Romagna e la Lombardia i mercati si svolgono regolarmente.

Facciamo presente infine che il DPCM del 2.3.202O nel dare indicazioni uniformi e condivise a tutte le Regioni, stabilisce che cessano “di produrre effetto ogni ulteriore misura anche di carattere contingibile e urgente”, come quella emanata proprio dal Sindaco di Minturno.

Il Segretario Nazionale ANA ha invitato inoltre il Prefetto di Latina ad impedire che altri Sindaci emanino altre Ordinanze di eventuale sospensione dei mercati le quali oltre che produrre danni agli ambulanti produrrebbero un ingiustificato clima di panico facendo ritenere i mercati luoghi insicuri e/o da evitare.

Le autorità di Governo hanno escluso questa possibilità”.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE