fbpx
HomeArchivio Altre NotizieNuovo stop all’impianto biometano a Borgo Carso, a Latina: lacune nella documentazione,...
spot_img

Nuovo stop all’impianto biometano a Borgo Carso, a Latina: lacune nella documentazione, il Comune annullata la Pas.

Articolo Pubblicato il :

Nuovo stop al progetto di un impianto biometano a Borgo Carso: emergono lacune nella documentazione, anche dopo una successiva integrazione. Il Comune di Latina, così – tramite un atto dirigenziale del settore Attività produttive – annulla la Pas, la Procedura abilitativa semplificata, alla società proponente la realizzazione dell’impianto. Tra le varie lacune documentali riscontrate: l’assenza di una  relazione sulla vasca di stoccaggio del digestato e l’inidoneità del progetto per la sicurezza stradale. Progetto che già, nei mesi scorsi, aveva destato preoccupazione e allarme tra i residenti.

“Il provvedimento, – spiega nel dettaglio il Comune di Latina – segue il preavviso notificato alla società lo scorso 16 novembre, a seguito di una riscontrata carenza di documentazione. Documentazione risultata carente anche dopo successiva integrazione.

In particolare, il servizio comunale ha eccepito l’assenza di una  relazione sulla vasca di stoccaggio del digestato tal quale, dell’atto di compravendita del terreno, della relazione geologica, così come quella di sostenibilità ambientale e molto altro. Sottolineata, inoltre, da parte del servizio Mobilità, l’inidoneità per la sicurezza stradale, della Via Casal delle Palme, dove era prevista l’ubicazione dell’impianto, al passaggio dei mezzi pesanti nonché al volume di traffico, che in previsione sarebbe stato generato, per le numerose criticità legate alle dimensioni della strada, alla presenza di restringimenti e all’assenza di banchina stradale.

Il progetto relativo all’impianto di produzione di biometano ha destato, nei mesi scorsi, preoccupazione e allarme tra i residenti che si erano rivolti all’amministrazione comunale per avere chiarimenti”.

“L’atto dirigenziale di annullamento della Pas – ha dichiarato il sindaco Matilde Celentano – conferma i dubbi sollevati dai residenti di Borgo Carso che questa amministrazione ha incontrato più di una volta . Dal momento che il sindaco è il primo responsabile della salute pubblica, insieme all’assessore all’Urbanistica Annalisa Muzio e alla competente commissione consiliare abbiamo chiesto agli uffici di ricostruire tutto l’iter amministrativo, dal quale sono emerse lacune documentali”.

“Va avanti, in sede di commissione Urbanistica, il lavoro per l’approvazione del regolamento a disciplina della realizzazione e del funzionamento sul territorio di impianti a biogas, biomasse, biometano e di qualsiasi struttura di trattamento rifiuti e produzione di energia”, ha affermato l’assessore Muzio.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE