HomeAltre NotizieOris, un'eccellenza firmata Aprilia. Il centro odontoiatrico cresciuto nel pensiero e nel...
spot_img

Oris, un’eccellenza firmata Aprilia. Il centro odontoiatrico cresciuto nel pensiero e nel fare di Sandro Proia. L’ultimo traguardo esattamente un anno fa

Articolo Pubblicato il :

Il Centro Odontoiatrico ORIS di Aprilia festeggia oggi, martedì 28 giugno, un anno della Polispecialistica.

Una ricorrenza celebrata nei giorni scorsi, in occasione del Family Day, quando Sandro Proia, ha riunito intorno a sé i dipendenti e i collaboratori con i loro familiari. Una realtà che si avvale della collaborazione di 20 persone e che ha superato tutte le sfide del nuovo millennio, dalla crisi mondiale alla pandemia.

L’obiettivo come Centro Odontoiatrico è chiaramente la salute dentale dei pazienti, con un’attenzione capillare alla prevenzione, mettendo a disposizione  visite odontoiatriche per monitorare lo stato di salute di adulti e bambini dai 3 anni in su.

Per la realizzazione del centro sono state coinvolte le piccole e medie imprese del territorio. E quindi Vega costruzioni, Essence design, Nuova pubblicità, Bonci Stefano Infissi, Grafica duemila, Mamo Advertising, Global Consulting, Aprilia servizi, Idea Verde,Teknoroma e Vimar srl.

Una storia familiare, di una famiglia apriliana e di un ragazzo, Sandro Proia, che trenta anni ha creduto nella sua città.

Foto: lo staff Oris in occasione del recente Family Day

Un lungo cammino iniziato negli anni ’90 del secolo scorso

Forse non ha pensato tutto questo, eppure doveva avercelo ben chiaro Sandro Proia in quel 1993, quando, dopo aver completato il suo percorso formativo, prima di studi all’istituto De Amicis Cattaneo di Roma e poi di esperienza sul campo aprì il suo primo piccolo studio odontoiatrico con annesso laboratorio, e iniziò a collaborare con più odontoiatri. Lui che ad Aprilia era nato 25 anni prima, circondato da una realtà industriale che iniziava a perdere i colpi proprio quando lui era pronto a partire.

Gli anni ’90 sono figli diretti degli ’80, anni in cui si scopre il desiderio – e il diritto – di essere belli, di essere sani, di stare bene. Mentre cresce l’idea che si può fare di più, e per fare di più bisogna confrontarsi, guardare, apprendere, scavalcare il millennio anche sottotraccia. Sono questi gli anni in cui Proia si appassiona al lavoro del Prof. Martignoni, del Prof. Slavicek e del Prof. Pedro Planes, Nomi che possono suonare sconosciuti a chi non è del settore, ma che hanno tracciato la strada dell’odontoiatria moderna.

E da lì a oggi un passo lungo quasi trent’anni, sempre investendo nell’eccellenza e nella propria città. Con a fianco la moglie, Anita Del Ciello, e la figlia Sofia.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE