fbpx
HomeArchivio CronacaPunte di trapano, batterie e una forchetta nello stomaco: operato d’urgenza all’Icot...
spot_img

Punte di trapano, batterie e una forchetta nello stomaco: operato d’urgenza all’Icot di Latina. Ora sta bene

Articolo Pubblicato il :

Operato d’urgenza perché nello stomaco aveva una “ferramenta”: spille, batterie, punte di trapano, brugole, accendini, pezzi di vetro, dadi, viti e una forchetta. Tutto visibile grazie ad una radiografia. È stato così che un uomo di mezza età è stato sottoposto ad un intervento chirurgico presso l’Icot di Latina. Il paziente è arrivato al pronto soccorso lamentando solo spossatezza, poi i medici hanno gestito al meglio il tutto. 

“L’intervento è riuscito, il paziente sta bene ed è stato già dimesso”, ha spiegato al quotidiano il Messaggero, il professor Giuseppe Cavallaro, responsabile dell’Unità operativa di chirurgia generale a gestione universitaria dell’Icot. “Non sappiamo come sia stato possibile ingerire tutti quegli oggetti e non avere conseguenze – spiega Cavallaro – anche per noi è stato un caso limite, probabilmente il primo di questa portata a livello nazionale”.

È probabile che tutti gli oggetti siano stati ingeriti negli ultimi mesi. Da una prima diagnosi potrebbe essersi trattato di 

un caso di “picacismo”, un disturbo di origine psichiatrica che porta a ingerire frequentemente (per almeno un mese) oggetti e sostanze non commestibili anche se la vicenda non è ancora stata chiarita. 

spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE