HomeArchivio Spettacolo e CulturaSabato 30 luglio a Torvaianica la presentazione del libro “Rinascere dalla mafia”...
spot_img

Sabato 30 luglio a Torvaianica la presentazione del libro “Rinascere dalla mafia” di Toni Mira, alla presenza di don Luigi Ciotti.

Articolo Pubblicato il :

Sabato 30 luglio alle 21.00, presso il teatro della parrocchia Beata Vergine Immacolata, in piazza Ungheria, a Torvaianica, ci sarà presentazione del libro del caporedattore di Avvenire, Toni Mira, dal titolo “Rinascere dalla mafia. La reazione di istituzioni, società civile e Chiesa dopo le stragi del 1992” (edizioni San Paolo). Sarà presente anche don Luigi Ciotti, ispiratore e fondatore del gruppo Abele e dell’associazione Libera.

A moderare l’incontro, alla presenza dello stesso Toni Mira, di don Salvatore Surbera, direttore dell’ufficio per i problemi Sociali e del lavoro della diocesi di Albano e del parroco di Torvaianica, don Andrea Conocchia, sarà il giornalista di Tv2000 Maurizio Di Schino.

«Questo appuntamento – dice don Andrea Conocchia – va inquadrato in logica di incontro del territorio, di “abitare” il territorio. Certamente, le recenti notizie di diversi arresti per usura sul nostro territorio sono motivo di preoccupazione: ecco, allora, che provvidenzialmente è venuto fuori questo incontro che credo potrà affrontare una realtà che può essere ancora presente e attiva, seppure nascosta e oscura. Insieme, possiamo annunciare e denunciare: per questo io personalmente e anche la parrocchia siamo disponibili ad ascoltare e accogliere».

Il libro ripercorre il periodo delle stragi mafiose di trenta anni fa, che costarono la vita – tra gli altri – ai giudici Giovanni Falcone e Paolo Borsellino, non fermandosi alla paura e alla rassegnazione, pur presenti in quei giorni, ma sottolineando la reazione coraggiosa e orgogliosa dell’Italia: delle istituzioni (dal Parlamento, ai magistrati, alle forze dell’ordine), della società civile (amministratori locali, associazionismo) e della Chiesa, che si sono mobilitati e hanno agito in sintonia, non solo per sconfiggere la “mafia militare”, ma anche per rianimare un popolo spaventato e offrire vie di civiltà, di legalità, di nuova economia e di valori condivisi. Una battaglia che ha visto anche i familiari delle vittime trovare un ruolo importate e una voce da far ascoltare. Nel testo sono infatti presenti interviste a Federico Cafiero de Raho, Giancarlo Caselli, Luciano Violante, Raffaele Cantone, don Luigi Ciotti, Giuseppe Di Lello, Matilde Montinaro, monsignor Michele Pennisi e monsignor Carmelo Ferraro.

Toni Mira, sposato e con quattro figli, giornalista, è stato capo redattore e inviato speciale della redazione romana di Avvenire, giornale per il quale ha curato per molti anni le inchieste e i reportage e con cui ancora collabora. È tra gli autori dei dossier annuali “Ecomafia” di Legambiente e “Sindaci sotto tiro” di Avviso Pubblico. Fa parte del Comitato scientifico del bimestrale di Libera “lavialibera”, dell’Osservatorio ambiente e legalità di Legambiente, della Commissione consultiva di Avviso Pubblico.

Quello di sabato 30 luglio sarà il secondo incontro con un autore ospitato nel teatro della parrocchia Beata Vergine Immacolata: lo scorso 2 luglio un numeroso pubblico ha partecipato alla presentazione del libro “Figli di un Dio minore? Le persone transgender e la loro dignità” (edito da San Paolo) dello scrittore e redattore di Avvenire, Luciano Moia.

spot_img
ARTICOLI CORRELATI

NOTIZIE PIù LETTE