fbpx
HomeArchivio CronacaMedico anestesista  in servizio a Velletri in manette a per peculato e...
spot_img

Medico anestesista  in servizio a Velletri in manette a per peculato e truffa ai danni del Sistema Sanitario Nazionale.

Articolo Pubblicato il :

Un medico anestesista, in servizio presso l’ospedale di Velletri, è finito in manette a Lariano per peculato e truffa ai danni del Sistema Sanitario Nazionale. L’operazione è stata condotta dai Carabinieri del Nas di Roma che hanno eseguito un blitz all’interno di uno studio dentistico, nell’ambito di alcune indagini sulla gestione delle visite in regime di intramoenia. I militari – coordinati dalla Procura di Velletri – hanno tratto in arresto il medico in flagranza di reato, mentre intascava i soldi di alcune prestazioni mediche nello studio dentistico di Lariano, nonostante fosse legato da un rapporto di esclusività con la Asl e fosse autorizzato dall’ azienda sanitaria ad effettuare visite in regime di libera attività intramuraria per un numero limitato di ore. Sequestrato un grosso quantitativo di medicinali, rinvenuti in uno zaino, verosimilmente trafugati dall’ospedale di Velletri.

“In realtà, l’anestesista, per due volte la settimana, – spiegano i Carabinieri del Nas – esercitava la sua professione a supporto del dentista nello svolgimento di alcuni interventi odontoiatrici, dalla semplice cura di una carie ad interventi più complessi, al termine dei quali riceveva il compenso pattuito.

Il medico sistematicamente si recava presso lo studio dentistico portandosi tutto l’occorrente per eseguire anestesie e sedazioni profonde.

I medicinali, rinvenuti in grande quantitativo, infatti, erano contenuti in un grosso zaino ed erano stati verosimilmente trafugati dall’ospedale di Velletri unitamente a delle fiale di Morfina, di Fentanyl e MDA. Per tali sostanze, per le quali non è stato giustificato il possesso e la destinazione, l’anestesista dovrà rispondere del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Al termine delle formalità e delle perquisizioni effettuate presso il domicilio e gli altri studi, il medico è stato posto agli arresti in carcere e tradotto presso l’istituto penitenziario di Velletri, provvedimenti confermati nell’udienza di convalida.

L’arresto si inserisce nell’ambito di una serie di attività di indagine coordinate dalla Procura di Velletri, che sono ancora in corso”.

spot_img
spot_img
ARTICOLI CORRELATI
spot_img
spot_img

NOTIZIE PIù LETTE